Cultura e turismo, pioggia di fondi su Casamarciano. Sindaco Manzi: premiate le nostre competenze

Chiesa di Santa Maria Al Plesco

Chiesa di Santa Maria Al Plesco

di Bianca Bianco

CASAMARCIANO- Tre milioni di euro in meno di un anno. A tanto ammontano i finanziamenti ottenuti dal Comune di Casamarciano per la valorizzazione del proprio patrimonio storico-culturale. Fondi europei stanziati dalla Regione che hanno premiato tre progetti che vedono protagonista la cittadina del nocciolo.

Gli ultimi in ordine di tempo sono i fondi elargiti grazie ai Por Fesr 2007- 2013, misure 1.9 ed 1.12, relativi alla programmazione turistica e culturale regionale che va da giugno 2014 a gennaio 2015. Un finanziamento da 250mila euro per il progetto Premio Cimitile “tra Ager Nolanus e Valle del Clanis, Archeologia, Arte e Letteratura”, nel quale Casamarciano è coinvolta col suo borgo insieme ad altre località dell’Agro nolano. Si tratta di un Convegno di studi itinerante su archeologia, letteratura, musica abbinato a sei itinerari turistici alla scoperta dei sei comuni coinvolti (si svolgerà dal 28/05/2014 al 21/06/2014). Il Premio rientra tra i 68 elaborati che hanno ottenuto il placet del nucleo di valutazione regionale.

Nello stesso giorno in cui veniva ‘premiato’ coi fondi per il Premio Cimitile, a Casamarciano spettavano anche gli stanziamenti (300mila euro)  per il progetto “Acerra- Napoli di Castello in Castello”, che ha Acerra come capofila ma che ha visto la cabina di regia proprio nel Comune alle porte di Nola. Un cospicuo contributo che consentirà a settembre il ritorno del Festival Nazionale del teatro “Città di Casamarciano”, kermesse giunta alla quarta edizione che si svolge presso la Chiesa di Santa Maria del Plesco. E proprio il borgo di Santa Maria viene valorizzato con il finanziamento più importante.

La Giunta Regionale ha approvato infatti progetto per la valorizzazione e promozione di Santa Maria del Plesco (“Rivivi il borgo” ) per  2,4 milioni di euro. I lavori inizieranno entro il prossimo mese di giugno e dovranno essere consegnati entro il 30 ottobre 2015.

“Questi fondi premiano soprattutto le strategie del nostro ente- commenta il sindaco Andrea Manzi-, che ha saputo catalizzare risorse europee e regionali- non ultimi i bandi di accelerazione della spesa- mettendo a frutto le proprie competenze. Casamarciano, seppur piccolo comune, si è presentato al tavolo della Regione con le proprie idee e i propri progetti, senza avere alle spalle una strategia territoriale forte, quella che manca all’area nolana”.

La pioggia di fondi sul paese,  inoltre, sottolinea il primo cittadino “è un esempio di come si possono valorizzare le aspirazioni turistiche e culturali delle aree interne finora danneggiate dalla predominanza delle aree costiere. Da qui parte l’inversione di tendenza”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online