Frutta e verdura non controllate, rivenditori nei guai: maximulte dall’Asl

fruttivendoloCASAVATORE- Fruttivendoli “fuorilegge” beccati dai carabinieri. I militari, con l’ausilio dell’Asl, hanno effettuato controlli a Casavatore nei confronti di rivenditori al minuto di frutta e verdura per verificare il rispetto dei requisiti igienico sanitari delle attività commerciali.

Durante i controlli a due negozi, carabinieri e sanitari hanno accertato che il primo non applicava i sistemi di procedura di autocontrollo basate sui principi del sistema haccp, omettendo di aggiornare le schede di rilevazione, mentre il secondo non applicava i sistemi di procedure di tracciabilità degli alimenti per identificare la loro provenienza. Durante i controlli sono state contestate sanzioni amministrative per complessivi 3.500 euro e sequestrati 30 kg di frutta e verdura.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online