Gragnano, zio accoltella nipote perché lo cura poco: arrestato, si suicida

GRAGNANO- I carabinieri hanno arrestato per tentato omicidio G.F. 76 anni, incensurato. L’uomo è stato bloccato nella sua abitazione immediatamente dopo che, al culmine di una lite per futili motivi, ha ferito con un coltello da cucina la nipote 43enne. La vittima è stata soccorsa dal personale del 118 e trasportata all’ospedale di Castellammare di Stabia dove i sanitari l’hanno medicata per 3 ferite da punta e taglio al torace, braccio e al dito anulare , guaribile in 7 giorni. In particolare lo zio ha rimproverato la nipote perché la ospita da alcuni anni con tutta la famiglia ma avrebbe scarse cure ed attenzioni nei suoi riguardi. Il coltello da cucina, con una lama di 15 centimetri, è stato rinvenuto nell’abitazione e sequestrato. L’anziano è ai domiciliari, nipote e famiglia si sono trasferiti altrove. Una volta trasferito ai domiciliari l’uomo si è suicidatosi lanciandosi da una finestra.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online