Pasquetta in Circumvesuviana, sindacati chiedono task force anti-teppisti

Circumvesuviana-abbonamentiNOLA- Pasqua alle porte, ed alle porte sono anche i soliti problemi per chi sceglierà di viaggiare con la Circumvesuviana.  Lo segnala il sindacato Orsa che si rivolge all’azienda chiedendo più sicurezza e interventi su tutte le linee della Vesuviana in vista del periodo pasquale che porta un afflusso superiore di viaggiatori. Il periodo pasquale e dei “ponti festivi” è una bestia nera per l’azienda trasporti. Aumentano gli utenti, e soprattutto aumentano quelli che mettono a soqquadro i convogli, li distruggono, impauriscono i turisti che vogliono raggiungere Pompei o Sorrento, rendono il viaggio un tragitto infernale.Per questo il sindacato Orsa al fine di garantire un servizio “sicuro e regolare” e al fine di evitare la oramai abituale “distruzione dei convogli da parte dei viaggiatori “poco educati” e per evitare tensioni tra viaggiatori e personale che presta servizio sui treni e nelle  stazioni/fermate”, chiede ai vertici: “la programmazione di treni con composizioni adeguate al flusso viaggiatori prevedendo per le composizioni triple la presenza di un agente per ogni elettrotreno, visto che non sono intercomunicanti, per garantire la sicurezza del viaggio e una rapida informazione e un rapido intervento in caso di estremo pericolo quale potrebbe essere un incendio in gallerie pericolosissime e non ancora a norma, come quelle presenti sulla linea Napoli – Sorrento”; “l’utilizzo di squadrette di controlleria sui convogli a rischio e in orari critici nonché la loro presenza nelle stazioni ove si prevede notevole affluenza viaggiatori, particolarmente per il lunedì in Albis”; “di prevedere il rafforzamento del personale nelle stazioni e passaggi a livello ove è prevista una elevata affluenza viaggiatori e turisti (Ercolano, Torre del Greco, Torre Annunziata, Villa Misteri, Pompei Santuario, Sorrento, Madonna dell’Arco)”; “di provvedere all’utilizzo di personale addetto ai varchi nelle stazioni ove si prevede  notevole affluenza viaggiatori”; “la presenza delle Forze dell’Ordine sui convogli in orari critici e nelle stazioni più a  rischio”.

 

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online