venerdì, Maggio 24, 2024
spot_img
spot_img

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

ARTICOLI CORRELATI

Roccarainola, guerra di cifre tra Miele e De Simone

Raffaele De Simone, sindaco di Rocca
Raffaele De Simone, sindaco di Rocca

ROCCARAINOLA- Guerra sui conti a Roccarainola. A lanciare il guanto di sfida all’amministrazione è l’ex assessore al bilancio Laura Miele, oggi in rotta di collisione con la maggioranza e che ha dato alle stampe un manifesto in cui accusa l’esecutivo di avere aumentato le tasse e di avere avuto risultati economici in negativo. Il sindaco De Simone dal canto suo difende i numeri della sua gestione e accusa la Miele: “Ha iniziato la campagna elettorale”.

Laura Miele, ex delegata al Bilancio poi uscita dalla maggioranza per dissidi, è uscita nei giorni scorsi con un manifesto in cui sottolinea il proprio impegno per ottenere efficienza e diminuzione delle imposte, un impegno che va contro quanto però sostiene abbia fatto il Comune, che secondo Miele ha “aumentato le imposte” fino a 500 euro pro capite. Questo, sempre secondo il consigliere, avviene mentre il risultato economico del 2014 langue, con un saldo cassa di zero euro ed un consuntivo di -276emila euro. Il manifesto, ha dichiarato la Miele, serve “per portare a conoscenza tutta la cittadinanza rocchese dello stato finanziario del nostro comune. I cittadini sapranno giudicare”. Nei giorni successivi all’affissione, i manifesti sono stati coperti da quelli elettorali: “Perché c’è stato poco controllo- ha lamentato l’ex assessore che per questo ha diffuso il volantino anche in Rete.

Laura Miele
Laura Miele

Accuse che il primo cittadino rispedisce al mittente: “Giovedì abbiamo approvato il consuntivo, pari a 1,5 milioni di euro, fondi ridotti alla zero perché in vigore la normativa che impone l’azzeramento dei residui. Nessun aumento delle imposte né diminuzione dei servizi- continua De Simone- anzi. Laura Miele non sottolinea, chissà perché, che noi amministratori ci siamo tagliati gli emolumenti proprio per non far ricadere tutti sui cittadini i tagli dei trasferimenti da parte del Governo. Tagli che ci sono stati, non sono una scusa, basti pensare a quanto avvenuto con l’Imu, per la quale lo Stato ha trattenuto parte del fondo di solidarietà in tutti in Comuni, compreso il nostro”.

Print Friendly, PDF & Email

I PIÙ POPOLARI

This site is protected by wp-copyrightpro.com