Spaccio di droga nel Vesuviano, 4 arresti: pusher guadagnavano 1000 euro al giorno

SAN GIUSEPPE VESUVIANO- Quattro arresti ed un divieto di dimora per spaccio di stupefacenti. Le misure, emesse dalla procura di Napoli su richiesta della direzione distrettuale antimafia, sono state eseguite dagli agenti del Commissariato di polizia di San Giuseppe Vesuviano e dai finanzieri di Nola. I quattro arrestati sono Patrizia Tortora nato a San Giuseppe Vesuviano, 46 anni; Giuseppe Mascolo, nato a Benevento, 27 anni; Nunzi Casillo, nato a San Giuseppe Vesuviano, 52 anni; Gaetano Ferraro, nato a San Giuseppe Vesuviano, 45 anni. Divieto di dimora a Terzigno per il 36enne G.M..

Secondo le indagini, a Terzigno ed hinterland si era sviluppato un fiorente giro di spaccio di droga che fruttava, secondo quanto emerso dalle intercettazioni telefoniche, fino a mille euro al giorno. Il sodalizio era capeggiato da Patrizio Tortora. Le indagini sono partite dalle dichiarazioni di un collaboratore di giustizia, Carmine Amoroso, presunto affiliato al clan Giugliano di Poggiomarino, inserito nel clan Fabbrocino. La struttura organizzativa seguiva il sistema della vendita ‘a chiamata’ attraverso schede telefoniche dedicate note ai clienti e, in via residuale, quello della piazza di spaccio presso negozio di Tortora. Circa 130 gli episodi di cessione di cocaina a clienti della zona riscontrati dagli inquirenti. Nel corso dell’operazione la Finanza di Nola ha eseguito un sequestro preventivo a carico di Patrizio Tortora( soprattutto aziende) e auto, moto. Beni immobili e conti correnti degli indagati

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online