Operai in nero nei ‘cantieri’ dei gigli, blitz dei carabinieri: scattano le sanzioni

NOLA- Costruivano i gigli senza essere stati messi ‘in regola’. Cinque lavoratori impegnati nella costruzione delle ‘macchine’ a spalla erano a nero e sono stati scoperti dai carabinieri della Compagnia di Nola, coordinata dal maggiore Michele Capurso, che nei giorni scorsi hanno effettuato controlli presso le aree in cui si sta procedendo a costruire gli obelischi di legno. Nel corso delle verifiche, effettuate in sinergia con personale dell’Inps e dell’Azienda sanitaria locale, i militari hanno riscontrato la presenza di cinque persone che prestavano la loro attività lavorativa pur non essendo in regola. La violazione amministrativa comporterà una sanzione a carico dei titolari del ‘cantiere’. Per il resto, nel corso del blitz non sono state rilevate altre irregolarità . All’accesso dei militari, tutti i lavoratori avevano il casco protettivo. Le uniche, minime, violazioni sulla sicurezza riscontrate riguardano il mancato espletamento di un corso ‘di formazione’ da parte di alcuni degli impiegati.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online