Scoperta la piantagione di cannabis della camorra: sequestro da un milione di euro

SANT’ANTONIO ABATE – Nei comuni di Lettere e Sant’Antonio Abate i carabinieri insieme ai colleghi del 7° Elinucleo di Pontecagnano hanno svolto uno specifico servizio di controllo del territorio finalizzato all’individuazione di coltivazioni di piante di cannabis indica, in particolare hanno localizzato in un terreno demaniale in località montana Principe Capomazzo una piantagione divisa in 2 piazzole, contenenti complessivamente 800 piante dell’altezza di circa 2 metri. La marijuana prodotta dalla piantagione venduta nelle ‘piazze’ di spaccio locali avrebbe fruttato circa un milione di euro. Proseguono le indagini dei carabinieri per individuare i responsabili e la probabile riconducibilità della piantagione ai traffici di stupefacenti gestiti dai clan camorristici attivi in quell’area. Dopo l’autorizzazione dell’autorità giudiziaria oplontina i militari hanno sradicato e distrutto le piante.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online