Nola mette al bando le bevande in vetro: multe per consumatori e negozianti

NOLA- Risse a colpi di cocci, lanci di bottiglia. E tappeti di vetri nella piazza più rappresentativa della città. La Movida nolana continua a far discutere ed a portare con sé un carico di polemiche. Con il rivitalizzarsi delle attività in centro, grazie alla chiusura del cuore storico di Nola ed il conseguente aumento di giovani e giovanissimi che si fermano nel centro per trascorrere qualche ora, aumentano anche i problemi di ordine pubblico. Per questo il Comune di Nola ha deciso di riproporre l’ordinanza con cui vieta la vendita per asporto di bevande in bottiglie e bicchieri di vetro, provvedimento che è stato in vigore per circa un mese anche nel periodo del giugno nolano. Il motivo che ha indotto la Polizia municipale a pubblicare l’ordinanza numero 75 sta proprio nei recenti episodi “di euforia collettiva” in piazza Duomo ed altre piazze; episodi che nei giorni scorsi hanno scatenato anche un rissa tra adolescenti e non. Spesso, dopo le risse o semplicemente dopo i bagordi notturni, la piazza diventa un tappeto di vetri rotti, pericolosi per auto e pedoni. Di qui l’esigenza di intervenire con il provvedimento che oltre a vietare la vendita per asporto vieta anche il consumo in luogo pubblico di bibite in vetro. Un giro di vite doppio che prevede sanzioni salate per i trasgressori (fino a 500 euro di multa).

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online