Staffetta da Napoli a Palermo per spaccio, 7 arresti. Nomi in codici per parlare della droga

NAPOLI – Una ‘staffetta’ dalla Campania alla Sicilia per lo spaccio di droga. É quanto hanno scoperto i carabinieri del Nucleo operativo della compagnia di Casal di Principe che insieme ai militari di Napoli, Avellino e Palermo hanno eseguito ordinanze per sette componenti – quattro in carcere e tre ai domiciliari – di una vera e propria associazione specializzata nello spaccio. Circa due anni è durata l’indagine, portata avanti attraverso intercettazioni, pedinamenti. É stato così ricostruito che il gruppo aveva radicato una rete di contatti che partiva dall’hinterland partenopeo per estendersi all’agro aversano, ai comuni della provincia di Caserta, di Avellino e in Sicilia. La droga proveniente da soggetti operanti a Marano di Napoli, giungeva direttamente alla malavita palermitana, attraverso un sistema a “staffetta”, ovvero facendo precedere l’autovettura con a bordo il carico, da altri veicoli condotti da complici individuati sia tra i fornitori che tra gli acquirenti, in modo tale da far scattare l’allarme in caso di posti di controllo. Sequestrati diversi quantitativi di hashish. Nomi in codice per parlare della droga: “fotografia bianco e nero” per indicare cocaina ed eroina, “pantaloni o magliette” per l’hashish e “lenti bianche” per la cocaina.

Le persone destinatarie del provvedimento cautelare sono:

TRANCHINO GENNARO, nato a Napoli il 19.12.1985;

BUSIELLO GAETANO, nato a Napoli il 15.8.1989;

CAPONE MAURO, nato a Mirabella Ercolano il 2.6.1970;

BERTOLINO MICHELE, nato a Palermo il 24.3.1983;

CASELLA GAETANO, nato a Napoli il 30.9.1992;

CASELLA MARIA, nata a Napoli il 27.6.1985;

TORINA LUIGI, nato a Napoli il 26.8.1964.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online