Calcio: scontri per Napoli-Legia Varsavia, 76 daspo e 16 condanne

NAPOLI – Sono 76 i provvedimenti di daspo emessi sinora dal questore di Napoli nei confronti degli ultra’ del Napoli e del Legia Varsavia per gli scontri a ridosso della partita di Europa League, disputata ieri sera allo stadio San Paolo del capoluogo partenopeo. I divieti di assistere a manifestazioni sportive riguardano i 16 tifosi violenti napoletani, polacchi e bulgari già condannati e i 60 polacchi fermati per essere identificati dopo le aggressioni e i danneggiamenti a piazza Garibaldi nella serata e nella notte di mercoledi’ scorso. Per questi 60 polacchi, il daspo ha validità per due anni. Per 7 polacchi condannati a 3 anni e un mese ora nel carcere di Poggioreale, per 2 napoletani e 2 bulgari ai domiciliari con pena di 2 anni e 4 mesi, per un napoletano condannato a 3 anni e 4 mesi ai domiciliari, e per 4 napoletani con obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria due volte al giono fino al processo del 21 dicembre, il daspo è di 4 anni, tranne un caso di recidiva per 6 anni. Arriverà lo stesso provvedimento anche per i 10 ultrà (9 napoletani e un bulgaro) arrestati ieri sera per i tafferugli a piazzale Tecchio e viale Augusto, ancora in attesa di giudizio. (agi)

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online