Camorra, clan Belforte imponeva pizzo anche ai truffatori: 10 arresti

CASERTA –  Tra le vittime delle loro estorsioni, oltre ad operai e commercianti, vi erano anche truffatori a loro volta costretti a versare mensilmente parte dei loro guadagni illeciti. È emerso anche questo nel corso dell’indagine, coordinata dalla Dda di Napoli che ha portato all’esecuzione di un’ordinanza cautelare a carico di dieci persone ritenute esponenti del clan camorristico Belforte di Marcianise in provincia di Caserta. I carabinieri della compagnia di Maddaloni hanno eseguito due provvedimenti cautelari in carcere, sette obblighi di dimora e firma e un obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Gli indagati sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di estorsione e usura con l’aggravante delle modalità mafiose. Le indagini sono iniziate dopo il duplice arresto, lo scorso aprile, di due persone accusate di aver ripetutamente tentato di estorce denaro dai titolari di una ditta impegnata nella realizzazione di canali per l’installazione della fibra ottica a Maddaloni e zone limitrofe. Le investigazioni, che si sono protratte fino ad agosto 2015, hanno consentito di accertare l’attività estorsiva ed usuraia perpetrata dal gruppo criminale, individuare le vittime delle estorsioni e di accertare come gli indagati concedessero, a famiglie indigenti, piccoli prestiti dai 100 ai 1.000 euro, applicando tassi di interesse variabili tra il 20 e il 50% mensile. Nel corso delle indagini – evidenzia in una nota il procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli – è stata anche accertata la condotta illecita del titolare di una nota rivendita di caffè nei confronti di un concorrente al quale aveva tentato di imporre l’esclusività della distribuzione del proprio prodotto nel comune di Maddaloni. (askanews)

ECCO I NOMI DEGLI ARRESTATI:

  1. LAI Vittorio, ’77 (in atto detenuto presso la casa Circondariale di Prato);
  2. LAI Giuseppe, ’75 (in atto sottoposto agli arresti domiciliari in provincia di Frosinone); sottoposti alla misura cautelare in carcere .
  3. LAI Mario, ’82;
  4. FRANCESCHETTI Vittorio Emanuele, classe ’90 (detenuto presso la casa Circondariale di Poggioreale);
  5. CERRETO Gaetano, ’87;
  6. CERRETO Pietro, ’95;
  7. CERRETO Francesco , ’90;
  8. CAFARELLI Rosario, 86;
  9. PISCITELLI Vincenzo , ’72;

sottoposti alla misura cautelari dell’obbligo di dimora e presentazione alla PG.

  1. ESPOSITO Salvatore, ’90, sottoposto  alla  misura  dell’obbligo  di  presentazione  alla Polizia Giudiziaria.

sottoposto alla misura della presentazione alla PG.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online