Rapinò ufficio postale, malvivente incastrato dalle…mani sudate

CERCOLA- Tradito dalle mani sudate. Un rapinatore è stato incastrato dall’impronta delle mani sudate sulla scrivania dell’ufficio postale che aveva rapinato quasi un anno fa insieme ad alcuni complici. L’uomo è il 44enne di Napoli Giovanni Perrotta, arrestato su ordine della Procura di Nola per la rapina avvenuta lo scorso 31 gennaio in un ufficio postale a Pollena Trocchia. Sulle sue tracce i carabinieri della tenenza di Cercola che, tra le varie prove raccolte, hanno potuto contare soprattutto su quella impronta papillare della mano sudata del rapinatore, lasciata sulla scrivania oltre che sulle immagini della videosorveglianza. Quel giorno Perrotta insieme ad altri soggetti ancora non identificati, si avvicinò agli impiegati mentre stavano aprendo l’ufficio e li minacciò con una pistola costringendoli a disattivare l’allarme, a dirigersi negli uffici e a consegnare i telefoni cellulari per evitare che chiamassero i soccorsi. All’arrivo della direttrice, i rapinatori la costrinsero ad aprire la cassaforte a combinazione, tenendo i presenti sotto minaccia delle armi, impossessandosi della somma di 35.200 euro.

Print Friendly, PDF & Email