sabato, Maggio 25, 2024
spot_img
spot_img

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

ARTICOLI CORRELATI

Autocisterna “bomba” sull’Asse mediano, 24 ore per rimuovere il mezzo: salvo l’autista

POMIGLIANO- Ci sono volute 24 ore per rimuovere l’autocisterna ribaltatasi sul raccordo di immissione della 162 dir dell’A16 all’uscita di Pomigliano. Il mezzo conteneva 35mila litri di gpl, una vera e propria ‘bomba’ che solo per la prontezza delle forze dell’ordine intervenute non ha causato una strage. Il tir si è ribaltato in curva per cause da accertare trasformandosi in trappola per il suo conducente, rimasto incastrato. Sul posto un grande lavoro è stato svolto dagli agenti della Polizia stradale di Nola che hanno isolato la zona e chiesto l’intervento dei vigili del fuoco di Nola e Napoli, dei carabinieri e della polizia municipale per velocizzare la messa in sicurezza. Con grande fatica l’autista, un 35enne italiano, è stato estratto dalle lamiere e trasportato all’ospedale Cardarelli di Napoli. Per l’autocisterna sono dunque iniziate le manovre di ‘recupero’, delicatissime e pericolose che hanno impegnato gli uomini della Stradale e i colleghi delle altre forze impegnate per una intera giornata. L’autocisterna di proprietà di una società di Venezia e proveniente da Taranto con il suo carico di butano, infatti, è stata prima svuotata e poi rimessa in piedi e rimossa. Dopo le complicate operazioni, la strada è stata ‘liberata’ permettendo il transito su entrambe le carreggiate.

Print Friendly, PDF & Email

I PIÙ POPOLARI

This site is protected by wp-copyrightpro.com