Fabbricavano protesi dentarie in studio ‘fantasma’, tre denunciati

CASERTA- La Guardia di Finanza di Capua, al termine di una serie di controlli finalizzati al contrasto all’abusivismo professionale e commerciale, ha scoperto uno studio odontotecnico non autorizzato nella frazione di Sant’Angelo in Formis. All’atto dell’accesso, i finanzieri hanno sorpreso tre persone di nazionalità italiana, intenti alla lavorazione e produzione di protesi dentarie in assenza di qualsiasi autorizzazione sia amministrativa che sanitaria. Il laboratorio, risultato in piena attività e provvisto anche di una sala d’attesa, era dotato di numerose attrezzature e materiale necessario alla realizzazione di calchi e protesi dentarie, alcune già pronte per essere consegnate ai committenti. Il titolare, che si avvaleva della collaborazione di due dipendenti risultati completamente “in nero”, non è stato in grado di fornire alcuna documentazione fiscale giustificativa dell’attività svolta. In particolare mancava la partita Iva e quindi era sconosciuto al fisco, cui non versava le tasse da diversi anni. A tal proposito, le Fiamme Gialle hanno reperito copiosa documentazione, che sarà oggetto di analisi per i successivi approfondimenti di natura fiscale, finalizzati alla ricostruzione del volume d’affari. I tre responsabili sono stati denunciati per avere svolto l’attività ausiliaria delle professioni sanitarie consistente nella fabbricazione di protesi dentarie e dispositivi medici creati su misura, in violazione delle specifiche normative vigenti in materia. Oltre alla denuncia per esercizio abusivo, ai tre soggetti sono state contestate anche violazioni delle norme igienico-sanitarie, per le pessime condizioni in cui erano tenuti i locali e le protesi, nonché per aver smaltito rifiuti speciali senza le previste modalità. Il laboratorio, insieme alle sofisticate attrezzature per un valore di oltre 30 mila euro, è stato sottoposto a sequestro.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online