Cobret nascosto in casa, arrestati due spacciatori nel Casertano

Carmine Cipro, 39 anni

Carmine Cipro, 39 anni

CASERTA – I carabinieri della stazione di Macerata Campania, nel corso di un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione di reati in materia di sostanze stupefacenti,  hanno arrestato, in flagranza di reato per spaccio in concorso, di Carmine Cipro, 39 anni, del luogo e di Alessandro Fulvio Catalano, 32 anni, di Recale. Nella circostanza, i militari dell’Arma hanno sorpreso Cipro all’esterno della propria abitazione mentre stava cedendo una dose di sostanza stupefacente del tipo cobret  ad un avventore. In seguito all’immediata perquisizione personale i militari dell’Arma hanno rinvenuto una ulteriore dose della stessa  sostanza, nonché la somma di 15 euro in contanti quale provento dell’attività illecita. La successiva perquisizione domiciliare, sempre effettuata a carico di Cipro, ha consentito di sorprendere, all’interno dell’appartamento, Alessandro Fulvio Catalano  che, nella circostanza,  è stato trovato in possesso di complessivi 7,15 grammi di cobret lavorato, nonché di ulteriori 12 involucri, confezionati in dosi, contenenti la stessa sostanza, risultata essere del peso complessivo di 3 grammi, pronti per lo spaccio e confezionati con le stesse modalità di quelli rinvenuti in precedenza nella disponibilità di Cipro. Inoltre sono stati rinvenuti un bilancino di precisione e materiale vario per il  taglio e il confezionamento dello stupefacente. Una successiva ulteriore perquisizione, effettuata questa volta all’interno dell’autovettura di Catalano e poi estesa al suo domicilio, ha consentito di rinvenire complessivamente 5 flaconi di metadone. Lo stupefacente, il materiale per  la lavorazione ed il confezionamento ed il denaro rinvenuti sono stati sequestrati mentre i due arrestati sono stati sottoposti alla misura degli arresti domiciliari, in attesa di essere giudicati con rito direttissimo.

Print Friendly, PDF & Email