Premio Cimitile, domani la serata finale con un parterre d’eccezione

CIMITILE- Sabato 17 giugno dalle 20.30, nel complesso delle Basiliche Paleocristiane di Cimitile, è in programma la Serata di Premiazione del “Premio Cimitile 2017”. L’evento è organizzato dalla Fondazione Premio Cimitile, presieduta da Felice Napolitano, con i soci fondatori Regione Campania, Città Metropolitana di Napoli,Comune di Cimitile, Associazione Obiettivo III Millennio.

Questi gli autori che saranno premiati nel corso della serata condotta da Eleonora Daniele.

Sezione I: Migliore opera inedita del genere narrativo – Corrado Vigilante: “Il luogo degli specchi opposti”. Il lavoro è stato pubblicato sul territorio nazionale a cura della casa Editrice “Guida” di Napoli.

Sezione II: Migliore opera edita di narrativa  Andrea Scanzi: “I migliori di noi”. Rizzoli

Sezione III: Migliore opera edita di attualità –  Raffaele Cantone e Francesco Caringella“La corruzione spuzza”. Mondadori

Sezione IV: Migliore opera edita di saggistica – Vito Mancuso: “Il coraggio di essere liberi” . Garzanti libri.

Sezione V: Migliore opera edita archeologia e cultura artistica in età Paleocristiana e Altomedievale  Marco Aimone: “Il tesoro di Canoscio”. Bretschneider Editore.

Premio Giornalismo “Antonio Ravel” a Tiziana Panella – Conduttrice del programma Tagadà su La 7 

Premio Speciale ad Andrea Ballabio – Direttore del Tigem di Pozzuoli.

Ai premiati sarà consegnato il “Campanile d’argento” opera raffigurante il primo campanile della cristianità, quello delle Basiliche Paleocristiane di Cimitile.

L’iniziativa, vanta autorevoli patrocini: Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Regione Campania, Città Metropolitana di Napoli, Curia Vescovile della Diocesi di Nola.

 

“Non è facile organizzare un premio da 22 anni ma ci sprona il fatto che purtroppo in Italia si legge poco – ha affermato il presidente della Fondazione Premio Cimitile, Felice Napolitano -, e in Campania legge ancora meno: solo 28 campani su 100 leggono un libro all’anno Bisogna lavorare per mobilitare tutta la società civile intorno al libro e alla lettura per invertite questa tendenza”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com