Saviano, arrestarono i rapitori di Buglione: assolti 10 carabinieri

SAVIANO – Il Tribunale di Nola ha assolto 10 carabinieri del nucleo operativo di Castello di Cisterna dall’accusa di aver picchiato e seviziato i sequestratori dell’imprenditore nolano (di Saviano) Antonio Buglione nelle fasi dell’arresto. I carabinieri sono stati assolti con la formula piena: la sentenza è stata emessa il 31 maggio scorso dal collegio C del Tribunale di Nola, presieduto dal magistrato Di Iorio. I miliari erano imputati dei reati di abuso di autorità e odio razziale. I fatti: nel settembre 2010, l’imprenditore savianese viene sequestrato da tre sardi. Le indagini dei carabinieri di Castello di Cisterna mettono in fuga i rapitori: Buglione viene rilasciato. A novembre, in manette finiscono tre sardi, arrestati dai carabinieri nei pressi della stazione Anagnina di Roma. I tre sequestratori accusano i miliari di aver utilizzato metodi poco ortodossi, tra cui l’uso di un linguaggio ingiurioso sull’appartenenza sarda. Ora, la sentenza che scagiona completamente il gruppo operativo di Cisterna. Il giudice ha inoltro disposto il trasferimento degli atti alla Procura per valutare l’ipotesi di un reato di calunnia.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online