Castellammare, serra per la produzione di marijuana: arrestati in due

CASTELLAMMARE DI STABIA –  Gli agenti del commissariato di Castellammare di Stabia hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Torre Annunziata, arrestando Francesco Buononato, 40enne, originario di Vico Equense, e Francesco Bozzaotre, 36enne, originario di Nocera Inferiore per produzione e traffico di sostanza stupefacente.

Francesco Bozzaotre, 36 anni

Francesco Buononato, 40 anni

L’ordinanza è l’epilogo di un operazione condotta dai poliziotti dei commissariati di polizia di Castellammare di Stabia e di Nocera Inferiore, nello scorso mese di ottobre, il 19, quando a finire in carcere furono il padre ed il fratello del 40enne. I poliziotti, accertarono a Pagani, l’esistenza di un fondo agricolo, all’interno del quale erano presenti ben 21 serre, una delle quali adibita alla coltivazione di marijuana dove la polizia sequestrò oltre quindici quintali e mezzo di sostanza stupefacente. Gli agenti di Castellammare di Stabia, a Gragnano, arrestarono Pietro Buononato, di 70anni,  ed uno dei figli Antonio Buononato, di 35anni. Ieri la cattura dei due, i poliziotti, hanno recuperato e sequestrato nell’abitazione del 36enne, in Sant’Antonio Abate, una busta contenente grammi 250 di canapa indiana, mentre l’uomo tentava di lanciarla dal balcone. I poliziotti, i seguito ad una certosina indagine, hanno documentato l’implicazione dei due uomini arrestati stamani, i quali si occupavano anche loro di trasportare e lavorare la sostanza stupefacente unitamente agli altri arrestati precedentemente. I due sono stati accompagnati al carcere di Poggioreale.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com