Elezioni: a San Giuseppe Vesuviano raid contro abitazione candidato

SAN GIUSEPPE VESUVIANO- Un atto incendiario è stato perpetrato ai danni dell’abitazione di Rosanna Ambrosio, sorella di Antonio Agostino Ambrosio, candidato sindaco al ballottaggio del 24 giugno a San Giuseppe Vesuviano. Nella stessa abitazione vive Luigi Moccia, nipote di Ambrosio e candidato nella lista a suo sostegno “Forza San Giuseppe”.

Stando all’esposto presentato alle autorità competenti, la notte del 18 giugno un incendio doloso ha mandato in fiamme 3 manifesti elettorali sul portone d’ingresso in legno della residenza dei parenti di Ambrosio, con il rischio concreto di provocare danni maggiori e di far esplodere una prospiciente auto alimentata a gas.

L’episodio, secondo una nota diffusa subito dopo i fatti “fa seguito alla denuncia di Antonio Agostino Ambrosio, unitamente ai consiglieri Felice Moccia e Michele Sepe, di presunti casi di voto di scambio”.

“L’intervento delle autorità competenti sulla svolgimento della consultazione elettorale in atto si rende urgente ed indifferibile, al fine di identificare gli autori e i mandanti degli atti intimidatori, per ipotizzato voto di scambio e per possibili condizionamenti camorristici” ha dichiarato Luigi Moccia.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com