Nola, incidente al pastificio: uno striscione ed un minuto di silenzio per Aniello

La vittima

NOLA (Nello Lauro)- Uno striscione all’entrata dello stabilimento: “Rispetto per Bruno Aniello”. E’ il gesto simbolico che i dipendenti del pastificio “Guido Ferrara” di Polvica di Nola hanno voluto compiere per ricordare il collega morto in circostanze drammatiche la scorsa settimana mentre lavorava. Una fine tragica: Aniello, trentaduenne di San Felice a Cancello, è rimasto stritolato da un macchinario davanti agli occhi increduli degli altri lavoratori. Sulla sua morte la Procura della Repubblica di Nola ha aperto un’inchiesta e si attende l’esito dell’esame autoptico sul corpo del giovane che dovrà essere compiuto nei prossimi giorni per chiarire la dinamica di questo ennesimo incidente sul lavoro. Ecco perché ieri mattina è comparso questo striscione, un modo per “ricordare Aniello ed il suo sacrificio” come hanno spiegato gli operai che hanno lavorato al suo fianco ogni giorno e che oggi chiedono chiarezza e rispetto. Proprio nella mattinata di ieri una delegazione dei lavoratori ha incontrato rappresentanti dell’azienda e sindacati per discutere di quanto avvenuto. Dopo il minuto di silenzio in memoria di Aniello, l’azienda, che ha già limitato le attività produttive nei giorni seguenti l’incidente per consentire controlli accurati,  ha assicurato che la fabbrica resterà chiusa nel giorno dei funerali. Un gesto di solidarietà verso la famiglia del giovane, distrutta dal dolore per una perdita inaccettabile.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com