Coppa Italia serie D, l’attesa è finita: è il giorno di Avellino-Nola

NOLA – Dopo un esordio fragoroso in casa del Francavilla – tre a zero con gol di Esposito, Scielzo e Vaccaro – il Nola subito un altro appuntamento storico: il primo turno di Coppa Italia Serie D in casa dell’Avellino (vittorioso per 4 a 1 all’esordio in D in casa del Ladispoli, girone laziale). Una sfida che arriva a distanza d’un mese dal primo annuncio (19 agosto) e poi rinviata ben tre volte (una dalla Lnd, due su richiesta degli irpini). Nulla però in confronto all’attesa del popolo bianconero, che aspettano il derby con i biancoverdi dalla metà degli anni ’90.

FLASHBACK – E’ datato 12 marzo 1995 l’ultimo incontro ufficiale tra le due squadre. Si giocò proprio al Partenio e l’Avellino vinse 2 a 1 in rimonta con i gol di Provitali e Fresta dopo l’illusorio vantaggio bianconero di Belotti. Al termine della stagione i biancoverdi salirono in B dopo i playoff, che il Nola sfiorò piazzandosi 6°.

BIGLIETTI –Si giocherà questa sera a porte aperte alle 20,30 (il rischio porte chiuse è stato la causa del terzo e ultimo rinvio). E’ arrivato infatti il nulla osta della Commissione di Vigilanza Pubblico Spettacolo, che ha fissato una capienza di 7200 spettatori.   E’ partita la prevendita per il settore ospiti, i cui biglietti sono acquistabili  presso il Keeper Bistrot di Piazza G.Bruno al costo di 5 euro

LE PAROLE DI ADL – Il presidente Alfonso De Lucia ricorda la sua prima al Partenio: era il 2004, allora difendeva i pali della Salernitana di Pioli: “Difficile da dimenticare quel derby, vincevamo fino ad un minuto dalla fine, poi Kutuzov mi fece una doppietta”. Poi pensa ai suoi ragazzi, per molti di loro sarà il primo grande appuntamento della carriera: “Ricordo ancora il mio esordio, a San Siro, davanti a 60mila spettatori (Milan-Parma, 2002). Il mio consiglio è di isolarsi, divertirsi, immaginare di giocare una partita della Juniores, essere incoscienti come dice il mister. Un ambiente del genere toglie energia e le emozioni possono tradirti”. De Lucia, cresciuto nelle giovanili del Nola, era raccattapalle in quel celebre Nola-Avellino del 1994, gara di andata, vinta dai bianconeri per 3 a 1: “Non dimenticherò mai quella partita. Rivederla in calendario ci premia gli sforzi fatti per riportare il Nola in D”. Poi l’appello ai tifosi: “Spero che la gente di Nola possa apprezzare il nostro impegno, e mi auguro che un appuntamento del genere risvegli la passione per questi colori. Ora abbiamo bisogno di sentire il loro affetto, e i ragazzi stanno lavorando duro per non deluderli”.

CONVOCATI –Mister Liquidato ha reso noti i 21 “incoscienti” – così ha definito i suoi calciatori dopo il successo di Francavilla – convocati per la gara del Partenio-Lombardi. Non ci sono due dei protagonisti del Fittipaldi: Scielzo e Mocerino, squalificati come l’under Colonna. Da valutare invece le condizioni di Colarusso, assente in Lucania.
Di seguito la lista dei convocati:

1 CAPASSO BRUNO 25/02/2000
2 COLARUSSO MARCO 22/03/1993
3 DEL PRETE SIMONE 05/04/2000
4 DEL PRETE   SIMONE 24/11/1998
5 ESPOSITO GENNARO 10/07/1984
6 ESPOSITO LAURI GIUSEPPE 07/01/1997
7 FALANGA MANUEL 06/10/1989
8 GIOVENTU’ GIUSEPPE 23/06/1999
9 GRAGNANIELLO RAFFAELE 18/02/1981
10 GRANDI MATTIA 08/04/2001
11 LENCI FRANCESCO 08/07/1993
12 LIPPIELLO ANTONIO 20/05/1999
13 MADONNA DAVIDE 21/10/1999
14 OLIVIERI DOMENICO 10/01/1982
15 PARADISONE CHRISTIAN 21/01/1999
16 PEPE FELICE 15/01/1991
17 SARE MAZO 29/05/2001
18 STOIA RAFFAELE 12/08/1998
19 TAGLIAMONTE LUIGI 23/02/1999
20 VACCARO SABATO 28/12/1990
21 VARRIALE VINCENZO 10/01/2000

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com