Ditta fallisce, cantiere delle scuole materne chiude: polemica a Baiano

BAIANO (Bianca Bianco- IlMattino) Non c’è pace per il cantiere delle scuole materne di via Scafuri a Baiano. Dopo il fallimento della ditta edile che era stata incaricata dei lavori, l’opera è ferma in attesa che si riattivino le procedure per portare a conclusione il progetto di adeguamento strutturale ed antisismico. La vicenda è stata sollevata dalla minoranza che ha portato all’attenzione dell’amministrazione il problema dell’asilo comunale anche nel corso dell’ultima assemblea consiliare. Le materne di via Scafuri dovevano subire un radicale progetto di restyling che prevedeva che andasse demolita e ricostruita, un appalto da oltre 700mila euro. Le alterne vicende che hanno coinvolto la ditta aggiudicataria, però, hanno inciso sull’allungamento ed infine sullo stop dei lavori. Una storia iniziata nel 2012, quando con delibera di giunta il comune di Baiano ha dato il via al piano di adeguamento affidando due anni dopo, nel 2014, il cantiere ad una società. Nei successivi due anni diverse controversie tra ente e ditta hanno determinato una continua sospensione dei lavori, conclusasi nel 2016 con un atto di transazione tra le parti. Nel maggio del 2018, l’ennesima doccia gelata: il tribunale di Nola ha comunicato all’ente che la società era stata dichiarata fallita, circostanza che ha decretato la conclusione fino a data da destinarsi dell’appalto. Da allora il cantiere è chiuso e in diverse occasioni alcuni residenti hanno anche lamentato problemi di sicurezza relativi ad un muro di confine che considerano pericolante. A sei anni dall’ok al progetto ed a quattro dall’inizio dei tormentati lavori, i consiglieri di minoranza Emanuele Litto, Gianpaolo Petrillo e Stefano Lieto hanno presentato una interrogazione chiedendo quando verranno ultimati i lavori e, prima, sarà messo in sicurezza il cantiere, chiedendo anche di individuare eventuali responsabilità dell’immobilismo. “Questo stallo- spiega il sindaco di Baiano Enrico Montanaro-è dovuto al fallimento dell’impresa con cui abbiamo rescisso il contratto, ma a breve rifaremo l’appalto e riaggiudicheremo i lavori per portare a termine il progetto. Nessun immobilismo, solo una serie di eventi sfavorevoli culminati col fallimento, l’amministrazione vuole ultimare le opere, anzi abbiamo in cantiere anche il progetto di un asilo nido in modo che il nostro paese possa avere una offerta formativa completa”. Del caso della scuola materna di via Scafuri si parlerà nel prossimo consiglio comunale quando la maggioranza e gli uffici competenti potranno rispondere in maniera esaustiva alle richieste dell’opposizione.


Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com