Napoli, un chilo di droga nelle valigie: arrestato americano a Capodichino

I finanzieri di Napoli in collaborazione con i funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli in servizio presso l’aeroporto di Capodichino hanno tratto in arresto un 62 enne di origine americana “corriere” della droga, trovato in possesso di un chilogrammo di sostanze stupefacenti, tra marijuana, hashish, funghi allucinogeni, sostanze oppiacee, pasticche di psicofarmaci e dosi di Lsd.

In particolare è stato fermato e sottoposto a controllo l’uomo appena giunto a Napoli, con volo proveniente da Amsterdam con scalo a Roma-Fiumicino, poco prima che lasciasse la sala arrivi dell’aeroporto. I militari, non convinti delle spiegazioni ricevute ed insospettiti da alcuni segnali di nervosismo, al termine degli accertamenti, hanno scoperto e sequestrato nel suo bagaglio da stiva 96 grammi di marijuana, 53 grammi di hashish, 154 grammi di funghi allucinogeni, 730 grammi di sostanze oppiacee, 468 pasticche di psicofarmaci e 24 dosi di Lsd, nonché valuta per un controvalore di oltre 17.000 euro.

L’operazione di servizio rientra nell’ambito del costante contrasto al fenomeno del traffico internazionale di sostanze stupefacenti e alle organizzazioni criminali che si finanziano con il business della droga, attività che hanno consentito nel corso del 2019 alla Guardia di Finanza di Napoli e all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di operare, nel complesso, presso l’aeroporto di Capodichino, 90 interventi, 3 dei quali conclusi con l’arresto dei relativi responsabili, sequestri di 681 grammi di cocaina, di 853 grammi di eroina, di 181 grammi di hashish, di 147 grammi di marijuana, oltre che di svariate quantità di ecstasy, Lsd, anabolizzanti e di spinelli di hashish e marijuana. 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com