Poggiomarino, chiusa officina: usava attrezzature sequestrate

Utilizzava attrezzature sotto sequestro senza avere un responsabile tecnico. Ma non solo: tra i dipendenti c’era anche un lavoratore irregolare. E’ quanto hanno scoperto i carabinieri forestali di Roccarainola, coordinati dal comandante Vincenzo Ferrara, in un’officina di Poggiomarino. Una sequela di infrazioni che ha portato al sequestro penale dell’intero edificio e alla denuncia per il titolare dell’attività per violazione di sigilli. Già nell’aprile di quest’anno, infatti, c’era stato un sequestro penale per mancato rispetto della normativa sullo smaltimento e un sequestro amministrativo delle attrezzature per esercizio della professione senza previsto titolo abilitativo. Per questo l’uomo, sanzionato anche con una multa da oltre 5000 euro, rischia una pena severa in quanto si tratterebbe di ipotesi aggravata.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com