Nola, lavoro nero: in un ristorante 11 “abusivi”, tre percepivano il reddito di cittadinanza

NOLA – Nell’ambito dei servizi di controlli al lavoro sommerso i carabinieri della compagnia di Nola hanno predisposto una serie di verifiche in diverse aziende della zona. I militari, insieme al personale del Nucleo Ispettorato del Lavoro, hanno sospeso 4 attività su 7 controllate poiché impiegavano il 20% o oltre dei lavoratori in nero. In un ristorante i carabinieri hanno trovato 11 lavoratori su 13 privi di contratto e fra questi 3 percepivano il reddito di cittadinanza. In totale sono stati identificati 52 lavoratori di cui 21 in nero. Due persone, invece, erano irregolari poiché – pur avendo un contratto – non hanno dimostrato la tracciabilità della loro retribuzione.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online