martedì, Aprile 16, 2024
spot_imgspot_img
spot_img

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

ARTICOLI CORRELATI

Roccarainola, il presidente dell’assise Sirignano replica a De Simone: “Tutto regolare”

ROCCARAINOLA (Nello Lauro) – Dopo l’accusa arriva prontamente la replica. Anche qui con il traino di una diretta facebook, diventata ormai un must di questi tempi di coronavirus. Il presidente del consiglio di Roccarainola Giovanni Sirignano risponde all’ex sindaco Raffaele De Simone in merito all’eccesso di indennità percepito in questi primi 4 mesi del 2020. Un tono pacato quello di Sirignano, a volte quasi sussurrato, che si è “difeso” (nella vita è un avvocato) in un video durato poco più di 50 minuti spiegando la sua versione dei fatti.  “Quelle rivolte a me – dice il presidente dell’assise di Roccarainola – sono accuse infondate ed infamanti da chi pensa ancora di essere in campagna elettorale finita mesi fa con la vittoria della nostra lista”  e nello specifico delle somme percepite in più rispetto ai parametri dice: “Appena verificato in banca questa anomalia nell’importo delle indennità in data 27 febbraio ho comunicato agli uffici municipali l’accaduto chiedendo di rimodulare le buste paga in quanto l’importo accreditato (752 euro al mese) era superiore alle reali spettanze dovute al Presidente del Consiglio (144 al mese), carica che attualmente ricopro”. “Inoltre  – aggiunge Sirignano – ho chiesto al Comune, richiesta ribadita ancora nella giornata di ieri di indicami le modalità di restituzione delle somme. Alle mie richieste il Comune ha, con propria nota, affermato di aver compiuto un errore nella redazione della busta paga, le carte sono apposto: tutto qua”. “Si parla di aria fritta, di accuse senza fondamento e quello che più mi dispiace – continua Giovanni Sirignano – che provengono da un ex sindaco che è anche un collega”. “Appena sarà possibile convocherò un consiglio comunale con all’ordine del giorno questo argomento se non altro per riportare la discussione nel luogo deputato al dibattito polito che non può essere certamente Facebook . In quella occasione rimetterò il mio mandato nelle mani dell’assise: sono serenissimo in quanto ho agito in completa trasparenza e buona fede e i miei colleghi di maggioranza e tante altre persone mi hanno manifestato la loro solidarietà.  Ho fatto il video non solo per spiegare l’accaduto, ma anche per difendere la mia famiglia. E’ stato il solito attacco provocatorio di chi vuole avvelenare i pozzi e il clima politico: le dichiarazioni di De Simone lasciano il tempo che trovano”.

Print Friendly, PDF & Email

I PIÙ POPOLARI

This site is protected by wp-copyrightpro.com