Gabbie trappola nel parco nazionale del Vesuvio, denunciato bracconiere

SOMMA VESUVIANA (Nello Lauro – Il Mattino.it) – Un impianto di uccellagione sempre in attività, costituito con gabbie trappole, nel Parco Nazioale el Vesuvio. E’ la scoperta dei militari del raggruppamento carabinieri Parco, agli ordini dal colonnello Antonio Lamberti e le guardie della Lipu, coordinate da Giuseppe Salzano, durante le attività di controllo e contrasto al bracconaggio nell’area protetta. L’attività è stata allestita da un cinquantenne nel territorio che ricade nel comune di Somma Vesuviana: sono stati trovate diverse specie:  due zigoli, due lucherini, un fanello, due verdoni, tre pettirossi, un verzellino, una passera scopaiola, uno strillozzo, tre storni, due allodole, tre merli, due ghiandaie e due tordi. L’uomo è stato denunciato.  Tutta la fauna è stata trasferita all’ospedaliero veterinario per la corretta riabilitazione e la immissione in libertà.  “Instancabili e tenaci i comandi stazione carabinieri Forestali di Ottaviano e Boscoreale  e le guardie della Lipu – afferma Fabio Procaccini, delegato provinciale della Lipu di Napoli – il buon risultato è frutto anche della fiducia che la popolazione ripone in noi nel segnalarci fenomeni di bracconaggio”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online