Scisciano comune cardioprotetto, 5 defibrillatori in punti strategici

Continua dalla casa comunale il progetto di cardioprotezione del Comune di Scisciano. Sono state completate le installazioni dei 5 defibrillatori in diverse zone del territorio cittadino (la prima donazione nel 2018 da parte dell’associazione Scisciano Bene Comune). Soddisfazione da parte del sindaco, Edoardo Serpico, del suo vice Giovanna Napolitano e dell’intera amministrazione, nell’aver subito accolto la proposta della Città Metropolitana di Napoli aderendo al progetto “Città Sicure”, garantendo ai cittadini e ospiti del Comune, un sistema di prima emergenza e di semplice utilizzabilità. L’iniziativa, avviata dall’amministrazione comunale nei mesi scorsi, consentirà, in caso di emergenza, di poter disporre di queste importanti apparecchiature nelle zone più frequentate.  Le installazioni hanno riguardato, il Comune, la parrocchia, il teatro comunale e il cimitero. Per il quinto defibrillatore si è scelta una collocazione particolare. Sarà, infatti, dotazione fissa nell’auto della Polizia Municipale, per essere costantemente a disposizione in ogni intervento sul territorio, così da renderlo “itinerante” e assicurare ancora più presidio salvavita su tutto il territorio comunale. Saremo, adesso, impegnati anche sul fronte dell’informazione e formazione” ha dichiarato Antonio Ferraro,  fondatore di Auxede, la società scelta per affiancare il Comune di Scisciano in tutto il progetto di cardioprotezione. “Saranno a breve formate 10 persone, opportunamente scelte in seno alle strutture dove i nostri Dse sono stati installati. Un evento importante che non solo darà dimostrazione delle manovre di disostruzione, di rianimazione cardiopolmonare e dell’utilizzo di un defibrillatore semiautomatico ma svilupperà, soprattutto, la consapevolezza tra i cittadini, dell’importanza di vivere in un comune cardioprotetto”.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online