Cimitile, la bambola Agoppina per donare un sorriso ai piccoli malati

CIMITILE – Una vendita di beneficenza per donare un sorriso ai bambini malati del reparto di Ematologia ed oncologia pediatrica dell’Università degli studi della Campania “Luigi Vanvitelli”. L’evento, in programma a Cimitile il 5 dicembre dalle 9,30 alle 19,30 nelle basiliche paleocristiane con il patrocinio del Comune di Cimitile, è organizzato a favore dell’Agop (Associazione Genitori Oncologia Pediatrica) “Laura Rolandi” onlus, che dal 1985 opera presso il reparto di Ematologia ed oncologia pediatrica per migliorare la cura e l’assistenza dei piccoli e giovani pazienti e delle loro famiglie. Numerosi gli stand allestiti per sostenere il progetto di solidarietà attraverso la vendita dei calendari che hanno realizzato i bambini del reparto di oncologia pediatrica durante il loro periodo di degenza. Su questi calendari oltre al disegno, ognuno di loro ha lasciato un pensiero, una frase. Inoltre verrà anche presentata la nuova mascotte dell’Agop: Agoppina “la bambola del sorriso” simbolo di gioia, serenità e forza, realizzata interamente a mano con tessuti pregiati e di alta qualità. Il sonaglio originario dell’antico Egitto sul quale è appoggiata serve per attirare le forze protettrici e per allontanare le avversità. Chi comprerà la bambola Agoppina, il calendario e tutti i manufatti dei benefattori, che hanno contribuito alla realizzazione di questa grande vendita, sosterrà il reparto di Ematologia ed Oncologia pediatrica regalando un sorriso ai ragazzi che lottano per la vita. L’Agop, fondata e gestita da genitori con la collaborazione del volontariato e degli operatori sanitari, nel tempo ha formato una grande famiglia impegnata da affrontare ed a risolvere i problemi che i pazienti e le loro famiglie sono costretti a vivere sul piano sanitario, psicologico, sociale, affettivo ed umano. Tante le attività realizzate, dalla promozione della ricerca scientifica all’attivazione di un servizio di assistenza psicologica per i piccoli pazienti e le loro famiglie, dall’accoglienza alle famiglie alla collaborazione con la struttura scolastica operante nel reparto.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online