Maltempo in Campania, vento a 100 chilometri orari in Irpinia

Situazione difficile in Campania a causa dell’annunciata ondata di maltempo. Disagi in tutte le province con i vigili del fuoco e gli uomini della Protezione civile chiamati ad intervenire in diversi comuni.

GLI INTERVENTI – La Protezione Civile della Regione Campania ha tratto in salvo due famiglie e i dipendenti di una piccola azienda rimaste bloccate in casa a Pellezzano (in provincia di Salerno), dove, in località  Cologna, è tracimato il fiume Irno. A causa degli allagamenti e della contemporanea caduta di due alberi di grosse dimensioni e di un palo della luce, una decina persone erano rimaste intrappolate in un fabbricato anche privo di corrente elettrica. I volontari hanno tempestivamente rimosso gli alberi aprendo così un varco. Subito dopo hanno supportato gli operai del Comune per consentire il ripristino dell’erogazione della corrente. A Forio d’Ischia, in località  Citara, 10 operatori della protezione civile regionale, dotati di 4 motopompe, hanno effettuato interventi per liberare locali commerciali allagati. Volontari in azione anche a Torre del Greco dove hanno prestato soccorso ad alcuni automobilisti in difficoltà  in via De Gasperi e in alcuni sottopassi. In Irpinia allagamenti in località  Celzi di Forino: I vigili del fuoco di Avellino dalla notte scorsa sono stati impegnati in più di 60 interventi di soccorso riguardanti forte maltempo che ha interessato l’intera provincia irpina. Nel Salernitano la Solofrana è esondata in più punti. Squadre della protezione civile stanno intervenendo in supporto dei Comuni a Roccapiemonte, nell’area dell’impianto di metano, a Nocera Inferiore (località  San Pasquale e Mercato San Severino (località  Sant’Angelo).

AVELLINO –  Pioggia incessante e vento forte stanno interessando dalla notte scorsa la provincia di Avellino. Nel capoluogo irpino si registrano numerosi allagamenti di strade, garage e cantine. Disagi alla circolazione per l’allagamento del Ponte della Ferriera nel centro della città  e nei collegamenti con i quartieri periferici, soprattutto in contrada Quattrograna.
Un pino è stato abbattuto dal vento in via Brigata ed è caduto sui fili della metropolitana leggera, non entrata ancora in esercizio. Il vento forte sta complicando la situazione. Le squadre dei Vigili del Fuoco sono impegnate soprattutto per alberi, rami, tegole e lamiere pericolanti. I tecnici dell’amministrazione provinciale da ieri sera stanno monitorando le zone di competenza. Per il momento non si registrano particolari criticità  nel resto della provincia dove in tutti i comuni i sindaci hanno chiuso scuole e parchi pubblici. Raffiche di vento sino a 100-110 km/h stanno interessando la provincia di Avellino, provocando gravi disagi e pericoli per la caduta di rami e di alberi. “Ad Avellino città  la velocità del vento ha raggiunto un picco di 105 km/h. i quantitativi di pioggia, nel capoluogo, sfiorano i 100 mm”, rende noto l’osservatorio Meteo di Montevergine. Paura a Mercogliano dove il forte vento ha divelto la copertura in lamiera di una scuola elementare. Il plesso interessato è quello della frazione Torelli, alle porte di Avellino. I bambini si trovavano all’interno delle classi. Fortunatamente non ci sono state conseguenze per le persone. Sul posto i Vigili del Fuoco e il sindaco di Mercogliano, Vittorio D’Alessio, che aveva deciso di non emettere l’ordinanza di chiusura degli istituti scolastici.

BENEVENTO –  Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco nel Sannio a causa del maltempo, pioggia e vento forte. Alberi sradicati, cartelloni e coperture divelte maggiormente a causa delle forti raffiche di vento che con la pioggia battente hanno creato i problemi maggiori. Nella zona di Telese Terme un albero si è abbattuto su un’auto al cui interno non c’era fortunatamente nessuno. A causa delle abbondanti piogge, sono costantemente monitorati i fiumi Sabato e Calore. I corsi d’acqua si sono ingrossati e sono in piena, senza, però, destare, al momento, problemi.

CAPRI – Pioggia, temporali e mare in tempesta a Capri, dove il vento di libeccio ha raggiunto i trenta nodi: bloccati i collegamenti a causa del mare forza tre, con onde che hanno superato i quattro metri. Il sindaco Marino Lembo, dopo l’allerta meteo diramato ieri, ha disposto la chiusura per l’intera giornata di oggi di scuole, parchi pubblici, cimiteri e di tutti gli impianti sportivi.
Scuole aperte, invece, ad Anacapri. L’isola stamattina è apparsa semi deserta, con una pioggia battente alternata a temporali e forti scroscioni. La situazione è monitorata dai volontari della Protezione civile del comune di Capri, di vigili del fuoco, dalla polizia locale e dalle forze dell’ordine.

CIRCUMVESUVIANA – Il maltempo ferma una tratta della Circumvesuviana. Ad annunciarlo è l’Ente Autonomo Volturno, che tra l’altro gestisce le linee vesuviane. Ad essere interessata la linea compresa tra Torre Annunziata e Poggiomarino. Ancora una volta le copiose piogge che stanno interessando l’area hanno provocato l’allagamento della stazione di Scafati.
Come informa Eav, i problemi alla fermata hanno provocato dalle 12.30 l’interruzione della circolazione lungo la tratta interessata. ”E’ istituito – spiegano ancora dalla società di trasporti – un servizio sostitutivo con bus”.

ISCHIA – Le violente onde che in queste ore flagellano le coste dell’isola d’Ischia hanno provocato il crollo di un consistente tratto del muraglione di contenimento di via Giovanni Mazzella a Forio. Si tratta della strada litoranea che collega il centro del comune isolano con le spiagge di Cava dell’Isola e Citara che negli ultimi anni aveva più volte subito le conseguenze della esposizione ai marosi con l’apertura di diverse voragini e smottamenti in più punti. A sua difesa era di recente stata completata l’edificazione del muraglione, sulla cui reale efficacia erano però sorti diversi dubbi. A causa delle forti mareggiate di oggi si è verificato il crollo in mare di diversi metri del muraglione: per precauzione i vigili urbani di Forio hanno deciso la chiusura della strada e la deviazione del traffico veicolare verso altre strade. Tra le altre conseguenze del passaggio sull’isola del ciclone Poppea si registrano l’allagamento del piazzale di Ischia Ponte e diverse altre zone costiere e l’abbattimento di alberi e cartelloni pubblicitari.

SALERNO – Il fiume Tanagro, a causa delle abbondanti piogge delle ultime ore, ha raggiunto il livello di guardia ed è a rischio esondazione nel territorio comunale di Sassano, nel Salernitano. Il sindaco Domenico Rubino ha emesso questa mattina una ordinanza di chiusura della SP11 sul tratto “Ponte Cappuccini”, incrocio Strada Canneto, arteria ad alta intensità  di traffico che collega Silla di Sassano a Trinità  di Sala Consilina. Il traffico dei veicoli è stato dirottato sulla viabilità alternativa che prevede percorsi lunghi. Sul posto i vigili urbani di Sala Consilina e Sassano ed i carabinieri che monitorano la situazione piuttosto critica in quanto le vasche in alveo risultano colme di detriti e sabbia che impediscono il regolare decorso delle acque fluviali.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online