Autonomi a Nola, la storia dimenticata diventa un libro

Appuntamento a Nola con la presentazione del libro “Gli  Autonomi. L’Autonomia operaia meridionale”, undicesimo volume dell’ampia collana, edita da Derive Approdi, dedicato alle esperienze territoriali nella città di Napoli e in Campania.

Venerdì 2 dicembre alle ore 18.30 presso lo spazio Amira, in via San Felice 16, ne discutono con Antonio Bove, curatore dell’opera, Gianluca Napolitano, autore del saggio “Gli Autonomi a Nola”, Onofrio Petillo, militante tra i protagonisti di quella esperienza politica, e i presenti che vorranno offrire il loro contributo. Anche nel Nolano e nell’entroterra vesuviano, a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta, l’Autonomia è stata una stagione intensa, che ha preso forma in un mosaico di movimenti spontanei che puntavano a scompaginare i vecchi equilibri della politica.

Il testo entra nel cuore di quelle battaglie sociali e politiche, portando alla luce anche storie poco conosciute come quella del collettivo di giovani che si formò in quegli anni nell’area nolana. Le memorie dei protagonisti e i documenti dell’epoca ricostruiscono un pezzo di storia dimenticata a Nola e nei territori vicini, toccando temi e avvenimenti importanti come la lotta per il salario, il lavoro, il diritto alla casa e allo studio, le politiche economico-sociali meridionaliste, l’impegno ambientalista, le esperienze culturali e di controinformazione, la repressione dei movimenti, le lotte dei detenuti nelle carceri.

Durante l’iniziativa, proiezioni di interviste ad ex militanti a cura di Marco La Gala ed è possibile visitare la mostra artistica “Via con me” di Raffaele Avella. A seguire, momento conviviale a cura dell’erboristeria “Il Canto della Terra” e intrattenimento musicale del “Gruppo Popolare Terra e Lavoro”
Print Friendly, PDF & Email



Utenti online