giovedì, Febbraio 22, 2024
spot_imgspot_img

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

ARTICOLI CORRELATI

Camionista eroe di Saviano colto da infarto accosta tir prima di morire

Un gesto eroico prima di morire. Protagonista Giovanni Gaito, 39enne camionista di Saviano che ieri, prima di perdere la vita a causa di un infarto, è riuscito sull’autostrada A1 ad accostare il suo tir con un carico di gas liquido infiammabile.

Nel tratto compreso fra le uscite laziali di Frosinone e Ceprano c’era un mezzo pesante che zigzagava nella corsia sud. A bordo del tir c’era Giovanni che, nonostante fosse stato colpito da un malore, è riuscito a portare a termine tutta una serie di manovre che hanno evitato un incidente che, visto il carico del camion, avrebbe potuto portare a un’esplosione.

Una lucidità che ha evitato il peggio per gli altri automobilisti riuscendo anche ad accostare il tir. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Frosinone, gli agenti polizia della stradale e del 118 che hanno solo potuto certificare la morte dell’uomo.

“Un amico dal cuore d’oro”. “Esempio di serietà, lealtà, rispetto ed altruismo”. “Un eroe”. Sono decine e decine i messaggi sui social che hanno voluto e stanno ricordando la figura e il gesto di Giovanni Gaito.

Commovente il messaggio della figlia Francesca sui social: “Ciao bà, purtroppo il destino ha voluto separarci. Hai lasciato me, Deni e mamma da sole, in qualche modo dovremmo andare avanti ma sarà dura senza di te. Mi mancheranno le tue urla mentre dicevi di muovermi se no mi lasciavi a piedi e non mi facevi uscire, mi mancheranno le guardate storte che mi facevi quando venivi a sapere di qualche ragazzo. Insomma mi mancherà tutto, mi manchi tu. Hai lasciato un vuoto dentro di me che nessuno riuscirà mai a colmare. Sei andato via da eroe e questo non lo dimenticherò mai, ma non dimenticherò mai che il tuo ultimo pensiero, il tuo ultimo messaggio è stato per me. Forse lì su serviva un angelo buono e hanno scelto proprio te. Fai buon viaggio bà, salutami tutti lì su”.

Giovanni è stato anche ricordato dal sindaco di Saviano Vincenzo Simonelli: “Nel giorno di Carnevale era a divertirsi con gli amici del Rione Sirico. Un destino beffardo lo ha colpito poche ore fa, strappandolo alla sua comunità e alla sua famiglia, alla quale rivolgo un sentito pensiero di vicinanza. Giovanni Gaito sarà ricordato, per sempre, anche per l’eroico gesto di riuscire a fermare il camion che guidava , carico di gas, prima del suo ultimo respiro”.

La salma di Giovanni Gaito arriverà a Saviano nella mattinata di sabato mentre i funerali sono previsti per domenica 26 alle 10 nella chiesa di Sant’Erasmo a Saviano.

Print Friendly, PDF & Email

I PIÙ POPOLARI

This site is protected by wp-copyrightpro.com