mercoledì, Giugno 19, 2024
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

ARTICOLI CORRELATI

Comunali 2024 a Comiziano, Tortora: “Salvare un paese al collasso”

COMIZIANO (Nello Lauro) – Avvocato e “figlia d’arte” politica. Teresa Tortora, 34 anni, è la candidata alla carica di sindaco per la lista civica “ViviAmo Comiziano”, compagine che schiera tra le sue fila anche l’ex vicesindaco Carmela Cavallaro.

Perché ha scelto di candidarsi?

“Ho scelto di scendere in campo con la lista civica “ViviAmo Comiziano” perché amo il mio Paese e lo vivo, sin da bambina, ogni giorno, tutti i giorni. Ho risposto presente al grido di dolore di Comiziano, un paese ormai al collasso, svuotato di ogni idea, visione e ambizione. Un paese dove, durante l’ultima legislatura, i principi di legalità, imparzialità e trasparenza sono stati spesso calpestati da una parte della classe politica dirigente inadeguata al ruolo ricoperto. Le conseguenti innumerevoli difficoltà che hanno incontrato le persone, le associazioni e le imprese sono state da ulteriore stimolo per la mia candidatura”.

La scelta della squadra…

“La mia squadra è composta da una presenza femminile rilevante e da tanti giovani. È una squadra giovane ed equilibrata, ben assortita. Siamo uniti, coesi ed affiatati, accomunati da un unico intento ovvero quello di contribuire alla rinascita della nostra Comiziano. Siamo un giusto mix tra esperienza ed intraprendenza con tanta voglia di fare e di prenderci cura dell’intero territorio comunale e di ogni singolo cittadino”.

La prima cosa che farà in caso di elezione…

“La prima cosa che faremo è porre rimedio allo stato di incuria ed abbandono in cui versa il nostro paese. Pulizia e decoro urbano ritorneranno ad essere una priorità. Abbelliremo altresì l’intero territorio comunale rendendolo più vivibile ed attrattivo”.

Le cose più urgenti dei primi 100 giorni…

“La prima cosa sarà il preliminare di Piano Urbanistico Comunale. Le due versioni approvate dall’ex Amministrazione Nappi, una nel 2021 e una nel 2022, vedono il coinvolgimento di troppi interessi privati. Naturalmente non dico nulla di nuovo; tant’è che la questione è stata illo tempore già partecipata a chi di competenza da singoli cittadini nonché dai due gruppi consiliari di opposizione. Interverremo immediatamente per migliorare la viabilità e la sicurezza stradale, anche attraverso l’immediata riattivazione, in sinergia con le altre Autorità competenti, di alcune lanterne semaforiche che negli ultimi tempi sono state teatro di incidenti mortali. Verificheremo, poi, effettivamente lo stato dei vari progetti finanziati e le disponibilità economiche dell’Ente, al fine di velocizzare il più possibile la realizzazione degli stessi. Tante e troppe cose da fare, ma che son sicura riusciremo a portare a termine nei primi 100 giorni della nostra amministrazione”.

In cosa può cambiare Comiziano?

“La variegata composizione della nostra lista dal punto di vista professionale e anagrafico è il nostro punto di forza, che abbiamo sin da subito saputo compendiare in un confronto costruttivo. Quel confronto che ha dato vita al nostro ‘particolare’ e ben pensato programma elettorale, sintesi di politiche attive e di inevitabile progresso tecnologico. Un approccio smart city che siamo certi riuscirà a trasformare radicalmente un comune di dimensioni ridotte, come il nostro, migliorando la qualità della vita dei suoi abitanti, promuovendo la sostenibilità ambientale e favorendo lo sviluppo economico. La chiave del successo sarà la collaborazione e l’impegno di tutti gli attori della comunità nel perseguire una visione condivisa di un futuro intelligente e sostenibile”.

Un comune così piccolo può essere un punto di riferimento?

“Sapremo rendere, con le nostre idee fresche e all’avanguardia, Comiziano un punto di riferimento. Tra i propositi della nostra compagine amministrativa vi è quello di rendere maggiormente effettivi i provvedimenti europei e nazionali verso la transizione energetica, nel pieno rispetto degli obiettivi dell’Agenda Onu. A tal fine, è intenzione della futura amministrazione aumentare le consapevolezze sul nuovo mercato energetico, dando l’opportunità ai cittadini di evolversi prima in consumatori attivi e poi in prosumer. L’idea è quella di creare una comunità energetica del Comune di Comiziano, in sinergia anche con l’Acer, al fine di dimezzare o ridurre a zero i costi di energia elettrica non solo dell’Ente, ma quelle di tutte le famiglie che vorranno aderirvi. È nostra intenzione, poi, dare finalmente vita alla “Cittadella dello sport” a via Provinciale per Risigliano. A tal proposito, valuteremo l’opportunità di realizzare un circuito pump track che vedrebbe garantita la pratica sicura e priva di pericoli per gli sportivi di tutte le età e, al tempo stesso, il circuito rappresenterebbe una buona attrazione per rilanciare congiuntamente sport e territorio. Di progetti ne abbiamo; di certo, non deluderemo i comizianesi”.

Quanto è difficile questa campagna elettorale?

“È una campagna elettorale particolarmente difficile perché dobbiamo combattere la disinformazione, molto pratica dai nostri avversari politici. Dobbiamo smentire in continuazione le falsità che, quotidianamente, vanno raccontando nelle case al fine di screditare me ed i componenti della mia lista.  E dobbiamo contrastare ben altre ed ulteriori pratiche sleali e scorrette che con la politica non dovrebbero avere nulla a che fare. Tuttavia, siamo davvero carichi e fiduciosi che i cittadini del nostro Paese faranno la scelta giusta, premiando la bontà del nostro programma, la nostra lealtà e la coerenza delle nostre scelte”.

Come convincere gli indecisi e chi ha perso fiducia nelle istituzioni?

“Agli indecisi rivolgo l’invito a fidarsi di me e dei candidati della lista numero 1 “ViviAmo Comiziano”, perché siamo una lista giovane, formatasi liberamente, una novità assoluta nella politica comizianese. Una lista fatta di molti volti nuovi, competenti, coerenti, luminosi proprio come quel girasole che ci contraddistingue, con una grande voglia di cambiamento. Cambiare le sorti di Comiziano si può e si deve, ma si farà solamente con il contributo di tutti quelli che vivono ed amano Comiziano, nessun escluso”.

La cosa più interessante del programma del suo avversario…

“Ammetto che la sua è davvero una bella domanda e non nascondo di avere più volte letto e riletto il programma elettorale dei nostri competitors. Mi riservo la risposta, se posso… per ora, ho letto solo di vaghi progetti e di valutazioni da correlare a indirizzi indefiniti di una eventuale nuova amministrazione”.

Un pregio e un difetto del suo avversario…

“Il candidato della lista opposta ha un grande pregio che, al tempo stesso, è anche il suo peggior difetto ovvero l’essere una persona buona. Infatti, troppo buoni non si può essere perché gli altri se ne approfittano, come accaduto, nella passata legislatura”.

 

Print Friendly, PDF & Email

I PIÙ POPOLARI

This site is protected by wp-copyrightpro.com