Il Papa canonizza i ‘suoi’ primi Santi, Salento in festa per ‘martiri d’Otranto’

CITTA’ DEL VATICANO- Decine di migliaia di persone a piazza San Pietro, dove papa Francesco ha canonizzato i suoi primi santi: gli 800 martiri di Otranto, la prima santa colombiana e una suora messicana.

Sulla facciata della basilica, come e’ tradizione, sono stati appesi i drappi con l’effige dei nuovi santi.

Papa Francesco ”eredita” questi santi da Benedetto XVI, che lo scorso 11 febbraio annuncio’ per il 12 maggio la loro canonizzazione, durante lo stesso concistoro in cui avrebbe poi pubblicato la propria decisione di rinunciare al pontificato.

“Mentre veneriamo i martiri di Otranto – ha detto Francesco – chiediamo a Dio di sostenere tanti cristiani che, proprio in questi tempi e in tante parti del mondo, ancora soffrono violenze, e dia loro il coraggio della fedeltà e di rispondere al male con il bene”.  Papa Francesco riflettendo sui martiri di Otranto che “si rifiutarono di rinnegare la propria fede e morirono professando il Dio risorto”, si è chiesto “dove trovarono la forza per rimanere fedeli?”. “Proprio nella fede – è la risposta del papa latinoamericano – che fa vedere oltre i limiti del nostro sguardo umano, oltre il confine della vita terrena, fa contemplare i ‘cieli aperti’, come dice Santo Stefano, e il Cristo vivo alla destra del Padre”. “Cari amici – ha esortato – conserviamo la fede che abbiamo ricevuto e che è il nostro vero tesoro, rinnoviamo la nostra fedeltà al Signore anche di fronte a ostacoli e incomprensioni: Dio non ci farà mai mancare la forza e la serenità”.

I martiri di Otranto – ha detto il Papa nel Regina Coeli recitato dopo la messa per i nuovi santi – aiutino il caro popolo italiano a guardare con speranza al futuro, confidando nella vicinanza di Dio che mai abbandona, anche nei momenti difficili”.

Fonte e foto Ansa

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online