Tra Arvonio e Tarantino, sarà Giuseppe Caccavale l’ago della bilancia

di Nello Lauro

Giuseppe Caccavale

Giuseppe Caccavale

CICCIANO- Una campagna elettorale finora silenziosa. È quella del porta a porta. In attesa del primo confronto pubblico ufficiale, che è prevista per questa sera alle 20,30 in piazza Mazzini (sul palco i candidati di “Paese Futuro” ). I due candidati alla carica di sindaco Raffaele Arvonio (Paese Futuro) e Giuseppe Tarantino (Uniti per Cicciano) lavorano soprattutto sotto traccia e stanno dragando l’ex città della pasta in lungo e in largo a caccia di consensi. La città è tappezzata dai manifesti politici elettorali, che si susseguono in maniera vertiginosa e selvaggia, e invasa dai bigliettini dei 32 candidati alla carica di consigliere comunale. Unico atto pubblico è stata la presentazione dei 17 candidati di “Uniti per Cicciano” a villa De Luca dove l’aspirante sindaco Giuseppe Tarantino ha mostrato i volti e spiegato le intenzioni della sua squadra “unita e determinata che vuole governare Cicciano per i prossimi anni”. La piazza vive con trepidazione la quarta competizione elettorale dal 2002 e, dopo tre scioglimenti consecutivi (per dimissioni dei consiglieri nel 2006 e nel 2010, per quelle dei sindaco Arvonio nell’inverno scorso), molti in città si auspicano un governo stabile e duraturo. Curiosità anche per vedere su quale candidato convergeranno i voti dell’ex sindaco Giuseppe Caccavale in predicato fino all’ultimo minuto utile di presentarsi con una lista tutta sua e che potrebbe essere l’arbitro della sfida tra i due contendenti alla poltrona più importante di corso Garibaldi.  A casa dell’ex fascia tricolore si susseguono senza sosta gli incontri tra il suo entourage per decidere la strategia da adottare e eventuali accordi da prendere e negli scorsi giorni sia Giuseppe Tarantino che Raffaele Arvonio hanno incontrato lo stesso Caccavale per sondare la sua disponibilità. Questo fa capire quanto sale, ogni giorno che passa, il termometro della sfida,  incerta per il numero ridotto di liste e il bacino di circa 10mila elettori che voteranno nelle 13 sezioni cittadine.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online