Gigli, trovato l’accordo tra Comune e Scala. Il capoparanza: “Soddisfatto ma deluso”

di Bianca Bianco

NOLA- Si conclude con una transazione il cosiddetto caso Scala. Questa mattina dinanzi al giudice di pace gli avvocati del capoparanza della Ft sospeso per un anno e del Comune hanno trovato l’accordo. Scala potrà, in base alle clausole dell’accordo non ancora definite, commutare la sanzione in altra opera (come si fece due anni fa per altre paranze multate). Nei prossimi giorni la transazione sarà siglata dalle parti. Di conseguenza, dovrebbe cessare la sospensione di un anno che avrebbe impedito a Scala di guidare il Giglio nella prossima festa. “Sono soddisfatto- spiega Scala a ilgiornalelocale.it- è la fine di una situazione pesante. Sono felice, è stata una esperienza particolare anche per la grande solidarietà che le persone mi hanno mostrato”. “Sin dall’inizio- continua- sapevo di essere dinanzi ad un bivio. Sono lieto che alla fine la volontà di tutti sia stata di trovare un accordo”. Una esperienza “quasi simpatica” dice Scala: “In quell’aula ci siamo anche scambiati anche sorrisi di distensione, io ero tranquillo ma distaccato, anche per la grande tensione accumulata nei giorni scorsi. Sapevo che mi giocavo la partecipazione alla festa”. Il capoparanza si dice “deluso” dal fatto che la soluzione non si sia trovata prima e diversamente: “Ora sono un sospeso temporaneo- ironizza-. Ringrazio chi mi è stato vicino, alla fine la strada che ho intrapreso insieme ai miei legali è stata quella giusta”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com