Sequestrato e rapinato in Chiesa, notte di terrore per un parroco a Somma Vesuviana

SOMMA VESUVIANA- Il caso di don Giuseppe Mastronardi, parroco della Chiesa di Ss Maria di Costantinopoli a Somma Vesuviana, sta facendo molto discutere. La criminalità ci ha abituato a tutto, ora anche a scrivere e leggere di un parroco rapinato in canonica. Erano le 23 di sabato quando don Giuseppe è stato derubato da due giovanissimi malviventi che lo hanno immobilizzato ad una sedia con una prolunga, lo hanno minacciato, ne hanno messo a soqquadro l’appartamento attiguo alla canonica. Sono poi andati via con alcuni oggetti d’oro (appartenenti alla parrocchia), ed  i soldi della festa dedicata a Santa Maria di Costantinopoli, circa 3mila euro provento della questua tra fedeli. Una volta raggiunto il loro obiettivo, hanno tagliato la corda, quindi sapevano della somma di denaro custodita dal sacerdote ed hanno effettuato il raid sulla base di informazioni precise. Secondo il racconto del prete, erano giovanissimi, agivano in maniera convulsa e volevano quei soldi, tanto da arrivare a minacciarli. Sull’episodio ora indagano i carabinieri, don Giuseppe è tornato a dire messa nonostante il comprensibile choc.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online