lunedì, Maggio 27, 2024
spot_img
spot_img

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

ARTICOLI CORRELATI

Estorsione, il boss Sebastiano Sapio condannato a sei anni

di Nello Lauro

sebastiano sapioMARIGLIANO – Sei anni di reclusione. E’ questa la sentenza pronunciata nei giorni scorsi dai giudici del tribunale di Santa Maria Capua Vetere nei confronti del boss di Marigliano Sebastiano Sapio. Il reato contestato dai togati della procura casertana è quello di tentata estorsione ai danni di un imprenditore dell’area nolana. Sebastiano Sapio è ritenuto dagli inquirenti tra i capi della cosca dei “Castaldo-Sapio” egemone nell’area mariglianese che negli ultimi anni ha cercato di allungare  i propri tentacoli criminali sull’area nolana e vesuviana dopo il vuoto di potere conseguente agli arresti che hanno sgominato negli ultimi anni il clan dei fratelli Pasquale e Salvatore Russo e il sodalizio emergente della Nan (Nuova alleanza nolana). I magistrati hanno accolto solo in parte la richiesta del pubblico ministero Scarfò della Direzione distrettuale Antimafia di Napoli aveva chiesto per questo episodio 14 anni di reclusione.  I giudici della sezione penale del tribunale sammaritano invece hanno accolto la tesi difensiva dell’avvocato Attilio Panagrosso su un’altra presunta estorsione consumata ai danni di un’altra azienda nolana assolvendo il 50enne dalle accuse contestate. L’ultima operazione delle forze dell’ordine contro il clan dei mariglianesi è dello scorso mese di aprile quando vennero arrestate dai carabinieri 17 persone tra cui lo stesso Sapio: le accuse erano di associazione a delinquere di stampo  camorristico, estorsioni, racket, detenzione e porto illegale di armi e spaccio di stupefacenti. Sebastiano Sapio resta in carcere.

Print Friendly, PDF & Email

I PIÙ POPOLARI

This site is protected by wp-copyrightpro.com