domenica, Febbraio 25, 2024
spot_imgspot_img

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

ARTICOLI CORRELATI

Una visita salva la vita in piazza Filo della Torre, appuntamento a Cimitile

prevenzione-tumori-tumore-collo-uterodi Carmela Iovino

CIMITILE- La prevenzione non è mai troppa. In qualsiasi campo e, attualmente, in particolar modo in quello medico. Lo sa bene l’amministrazione comunale del paese delle Basiliche Paleocristiane che, proprio in nome della prevenzione delle malattie più gravi e spesso incurabili quali il cancro, ha stipulato un accordo con la fondazione “Pro Sud”, una Onlus che si occupa di ricerca e prevenzione oncologica. “Prevenire per vivere”, questo l’eloquente nome del progetto di welfare del Comune cimitilese, “perché – spiega il sindaco di Cimitile Nunzio Provvisiero – una visita fatta in tempo può salvare la vita”. Primo risultato della neonata intesa tra il Comune di Cimitile e la Pro Sud in nome della prevenzione, consulenze e visite urologiche gratuite di cui i cittadini cimitilesi potranno usufruire la mattina del 20 luglio prossimo, dalle 10 alle 13, in Piazza Conte Filo della Torre, dove sarà allestita un’unità urologica mobile con medici specializzati del Policlinico di Napoli. Volontari che, guidati dal Presidente della fondazione Vincenzo Mirone, Professore associato di Urologia presso la Federico II di Napoli, gireranno poi in tutta la Campania con l’obiettivo di ridurre drasticamente le morti di cancro grazie, appunto, all’arma della prevenzione, che ancora oggi risulta essere la più efficace contro questo male incurabile. “Abbiamo richiesto questo servizio – informa Provvisiero – per la tutela della salute dei cittadini di Cimitile, per offrire loro un valido contributo nella prevenzione delle malattie più gravi”. Un progetto che non si fermerà qui, ma che avrà, al contrario, un lungo seguito, secondo le intenzioni dell’amministrazione comunale: “Ci saranno anche altre iniziative simili in futuro per la prevenzione nel campo medico” – rivela il primo cittadino. Motivo principale alla base della decisione di collaborare con la Pro Sud, fa sapere Provvisiero, “la consapevolezza del fatto che ancora oggi c’è una scarsa cultura della prevenzione per la salvaguardia della propria salute e perciò noi tenteremo di avvicinare, invece, il settore sanitario ai cittadini”. La speranza dell’amministrazione, quindi, è che la presenza in loco degli specialisti, unita all’immediatezza della visita e della diagnosi, favoriscano una grande affluenza degli abitanti del piccolo paese del Nolano. “Prevenire è meglio che curare”: il vecchio detto popolare appare più che mai attuale, soprattutto quando la cura, è questo purtroppo il caso del cancro, si rivela efficace solo con una diagnosi precoce.

 

Print Friendly, PDF & Email

I PIÙ POPOLARI

This site is protected by wp-copyrightpro.com