Black out, danni alle attività industriali: scatta la diffida

Edoardo Serpico

Edoardo Serpico

SCISCIANO/ SAN VITALIANO- Black out nel Nolano, scatta la diffida dei Comuni di San Vitaliano e Scisciano contro l’Enel per i disagi subiti da attività commerciali e famiglie. Il sindaco di Scisciano Edoardo Serpico e quello di San Vitaliano Antonio Falcone hanno inviato sia all’ente gestore del servizio che all’Autorità di gestione ed alla Prefettura di Napoli una nota per segnalare e lamentare le ripetute e cicliche situazioni di disservizio dovute a prolungati periodi di assenza di energia elettrica verificatesi nelle due cittadine. “Il grave disagio procurato a larghe fette della cittadinanza sciscianese  – afferma il Serpico – ha avuto ripercussioni sulla vita di persone disabili, la cui salute è supportata da fondamentali apparecchiature elettromedicali. I disservizi non vengono pubblicizzati adeguatamente, tanto che le famiglie residenti hanno dovuto affrontare all’improvviso interruzioni di erogazione elettrica di lunga durata protratta per alcuni giorni”. Il disservizio ha colpito anche negozi, banche, distributori di benzina, attività industriali. Per questo, si legge nella nota inviata dai due primi cittadini “le Amministrazioni comunali di Scisciano e San Vitaliano diffidano l’Ente in indirizzo, al fine di evitare eventuali ulteriori sospensioni di fornitura di energia elettrica, senza preavviso, e si riservano tutte le azioni legali, a difesa e tutela degli interessi pubblici e privati, nonché necessarie al risarcimento dei danni arrecati”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online