Caso licenziamenti a Tufino, Mascolo non risponde ai sindacati

TUFINO- Un incontro urgente per discutere delle sorti dei 15 lavoratori part time del Comune di Tufino. A chiederlo al sindaco Antonio Mascolo sono state Cgil, Cisl e Uil che hanno pure chiesto al primo cittadino di approfondire le problematiche relative ai dipendenti.

Dopo circa 10 anni di lavoro precario, a tempo determinato e parziale, i lavoratori in questione erano stati stabilizzati  dalla precedente Giunta Ferone con un contratto di lavoro part time al 35%, a tempo indeterminato. Dopo circa 2 anni sono state sollevate dall’Amministrazione Mascolo questioni di “presunte irregolarità amministrative” basate su un parere della Funzione pubblica e su alcune sentenze. Conseguentemente la maggioranza ha demandato ai dirigenti la scelta di annullare i contratti e di fatto di licenziare i quindici.

Alla luce di questi avvenimenti, che naturalmente hanno determinato tra i lavoratori un clima di forte tensione e preoccupazione, i sindacati  hanno richiesto al Sindaco Mascolo un incontro urgentissimo per discutere ed affrontare le problematiche esistenti. Un incontro finalizzato a fugare ogni dubbio. Nonostante l’appello, Mascolo non ha ancora risposto all’invito delle organizzazioni sindacali che, nel frattempo, hanno anche avuto un incontro con il Vescovo di Nola il quale ha dimostrato sensibilità ed attenzione alle ragioni dei lavoratori.

“Il Sindacato- scrivono in una nota congiunta i rappresentanti territoriali Velardi, Di Matteo e Ferrara-  giudica molto negativamente l’atteggiamento dilatorio del sindaco di Tufino e non comprende, a questo punto, quali atti egli intenda produrre. Qualora dovesse scegliere un percorso risolutivo del rapporto di lavoro escludendo, di fatto, qualsiasi altra strada possibile, le conseguenze non potrebbero che essere di estrema conflittualità. La difesa del lavoro, nelle nostre realtà, rappresenta un imperativo categorico, anche quando esso è già fortemente penalizzante come nel caso dei lavoratori di Tufino”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online