Attenti al cash trapping, decine di vittime della truffa della forcina

 

 

 

Le forcine usate

Le forcine usate

cashtrappingUna truffa al giorno. Alcune complicate, altre semplici. Tutte odiose. L’ultimo escamotage dei malviventi? Bloccare l’erogatore di denaro dei bancomat con una forcina. Con una semplice, piccola forcina che stoppa il flusso di denaro dalla sottile fessura della macchinetta. La truffa si sta diffondendo in tutta Italia, a finire in trappola tanti correntisti muniti di bancomat che si sono visti scippare piccole e grandi somme con uno stratagemma che è stato da poco scoperto dai carabinieri di Roma ma che è stato messo in opera in tutta Italia.  

In cosa consiste la truffa della forcina. A molti clienti di banche italiane è capitato di recarsi presso la postazioni bancomat, digitare il pin e chiedere di effettuare il prelievo di una precisa somma. Al momento però di ottenere le banconote, la macchina rifiuta di erogarle. A quel punto l’utente entra di solito in banca per chiedere di avere la somma. Mentre all’interno cliente e impiegato cercano di risolvere l’inghippo, all’esterno i malviventi sono all’opera: tolgono la forcina precedentemente inserita effettuando un prelievo di poche euro per potere infilare il piccolissimo cacciavite (che rimane sporgente quando l’erogatore si richiude) e prelevano la somma.

Questa nuova tecnica si chiama cash trapping. E’ diversa dalla clonazione delle carte di credito perché non c’è uso della tecnologia. Tutt’altro, richiede solo abilità manuali e furbizia del truffatore.

Print Friendly, PDF & Email