Piazza Convento sarà ‘spiata’ da cinque telecamere, “Grande fratello” ad Avella

scuoladi Bianca Bianco (Il Mattino)
Avella. Venti “occhi” digitali per la sicurezza del paese. Venti telecamere per sorvegliare quei luoghi diventati regno dei teppisti e di chi sversa rifiuti. Cinque di queste saranno puntate su piazza Convento, una delle aree più a rischio secondo i residenti. Lo ha deciso l’amministrazione comunale rispondendo alle sollecitazioni delle associazioni cittadine. Dopo l’ultimo episodio, la bravata di ignoti che hanno cercato di dare fuoco al tendaggio della ex scuola elementare futura sede della Fondazione “Avella città d’arte”, si è reso necessario un giro di vite contro il vandalismo. Ma non solo visto che, in base alle denunce di chi vi abita, le attività  di chi bazzica la piazza vanno ben oltre il teppismo.
Le cinque videocamere di sorveglianza, assicura l’amministrazione, punteranno sui posti in balia di chi trasforma lo slargo che ospita il Convento quattrocentesco in bivacco. Una soluzione che arriva dopo la scoperta del non funzionamento delle tre già presenti presso l’ex plesso scolastico.
Quando fu denunciato il tentato rogo della tenda della struttura scolastica, il sindaco Domenico Biancardi assicurò che sarebbe risalito ai responsabili della bravata attraverso le immagini della videosorveglianza. In realtà i tre occhi elettronici sarebbero ciechi da tempo. Per questo si è resa necessaria la riattivazione e l’aggiunta di altri due obiettivi puntati sul palazzetto.
Altre quindici telecamere saranno invece predisposte in punti strategici, come la villa comunale che nascerà sull’ex area container, l’anfiteatro romano, il castello longobardo e l’area industriale. In tutto venti telecamere a regime, il progetto si completa con la previsione di una centrale operativa per il monitoraggio presso il palazzo baronale attuale sede del Municipio. Competente sul piano di videosorveglianza e sul successivo monitoraggio, il Settore Ambiente del Comune di Avella. Questo “grande fratello” dovrà fungere da deterrente contro atti vandalici ed episodi di inciviltà.
Print Friendly, PDF & Email



Utenti online