Sapori “nostri”, nasce la pizza “Baianese” con funghi e tartufo ed è già mania

La pizza "Baianese"

La pizza “Baianese”

di Bianca Bianco 

I profumi dei monti della Bassa Irpinia incontrano il gusto della pizza napoletana. Non è la prima volta che funghi e tartufo finiscono sull’impasto della pizza, ma è la prima in assoluto che una delle tonde prelibatezze viene chiamata “Baianese”. Succede nelle catene di ristorazione “Rosso pomodoro” dove nel menù autunnale da qualche giorno presente nei locali sparsi in tutta Italia ed in tutto il mondo, è possibile scegliere la pizza “Baianese”. E pare che sia già tra le più amate e gustate da chi apprezza la combinazione tra i sapori di stagione e la focaccia partenopea inventata in onore della regina Margherita. Richiestissima soprattutto per la presenza del tartufo.
La ricetta della “Baianese” infatti combina prodotti prelibati con ingredienti irpini e campani al 100%: fonduta di mozzarella di bufala, mozzarella, crema di funghi porcini, tartufo e basilico. Sono i porcini ed il tartufo a richiamare le montagne del Mandamento. In particolare il costoso tubero, visto che il Baianese è inserito tra le aree tartuficole d’Irpinia sebbene il primato spetti a quello nero di Bagnoli irpino. Meno blasonato, dunque, ma meritevole di finire incastonato su una preparazione gastronomica che premia un territorio tutto da scoprire (non solo per le delizie del palato).
La pizza “Baianese” non è peraltro l’unica specialità che porta in forno l’Irpinia, perché sempre dal menù autunnale è possibile scegliere la pizza “Montoresa” (con salsiccia, funghi trifolati e grana). L’idea di sposare  i cibi che esprimono le peculiarità di un territorio con la pizza non è nuova. Finire con la propria area geografica su menù che fanno il giro del mondo (la catena è presente anche a Tokyo) è invece una operazione di marketing a costo zero che può avere un impatto positivo. In tempi di polemiche e strumentalizzazioni sul settore agroalimentare campano anche finire su una pizza può essere una risposta ai detrattori delle bontà del Mezzogiorno.
Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com