Sentimenti tra i boulevards di una cinematografica Parigi, questo libro vi farà felici

unaseraaparigidi Isabella Savinelli

Si dice che Parigi sia la complice ideale per realizzare i sogni d’amore, di sicuro lo è stata, oltre che per i sogni di qualsiasi inguaribile romantico e per i pochi fortunati, anche per la sentimentale e appassionante storia di “Una sera a Parigi”. Il romanzo è dello scrittore francese Nicolas Barreau, autore già noto anche nel nostro paese grazie ai suoi precedenti romanzi “Gli ingredienti segreti dell’amore” e “Con te fino alla fine del mondo”. Uscito da appena due mesi, il libro già occupa i piani alti delle classifiche dei libri più letti e venduti, segno che la semplicità, la leggerezza e la purezza fanno ancora colpo.

Il protagonista del libro è Alain Bonnard, un giovane che, dopo aver compiuto studi di economia, lascia il suo lavoro ben retribuito per diventa proprietario del Cinéma Paradis d’essai dello zio Bernard, un piccolo luogo incantato ed incontaminato collocato in una piccola strada di Parigi da dove si scorge la Senna. Per attirare maggior pubblico, organizza una rassegna dal poetico nome “Les amours au Paradis” dei migliori film d’amore del passato. Ogni mercoledì sera c’è il tutto esaurito e tutti mettono da parte i loro impegni ed i loro affanni per sprofondare nella serenità e nella profondità che solo i vecchi film d’amore sanno trasmettere. Tra il pubblico c’è una misteriosa ragazza con i capelli caramello e con un vestito rosso che siede sempre alla fila diciassette, per Alain è amore a prima vista. Un giorno mette da parte la sua timidezze e la invita a cena; lei non aspettava altro. Tra lunghe chiacchierate, timidi sguardi pieni di amore, romantiche passeggiate e intensi baci sotto la protezione di un magico castagneto, trascorrono una serata indimenticabile, con la promessa di rincontrarsi al solito cinema il mercoledì successivo. E, dopo la proposta del noto regista Allan Wood, che gli chiede di girare alcune scene del suo film con la bellissima e famosissima attrice Solène Avril proprio al Cinéma Paradis, Alain ha tutto ciò che desidera: il suo cinema va a gonfie vele e anche la sua vita sentimentale. Ma questa è soltanto un’amara illusione perché Mèlanie, la ragazza col cappotto rosso, scompare senza lasciare traccia ed Alain inizierà una disperata ricerca per cercare la donna che ama.

Un giovane sognatore, una ragazza sfuggente, un amore perfetto ma irraggiungibile, una donna di troppo, un migliore amico dongiovanni e la magia delle strade di Parigi, gli ingredienti per una perfetta commedia d’amore sono al completo. Dati i presupposti, la trama potrebbe sembrare scontata e prevedibile ma Nicolas Barreau l’ha impreziosita immergendola in un’atmosfera che regala sogni e trasmette una magia particolare: quella del cinema che, si sa, rende tutto vivo e, anche solo per qualche ora, riporta in una sorta di paradiso perduto. Punto di forza del romanzo, oltre all’impacciato Alain, alla evanescente Mèlanie ed al loro continuo rincorrersi ed allontanarsi, sono senz’altro le accurate descrizioni di Parigi: l’autore ci conduce nelle sue strade caratteristiche e nei suoi bistrot e, per chi conosce già la città, sarà come rivivere indimenticabili deja vu, per chi, invece, non l’ha mai visitata, è senza dubbio un incentivo per andare a scoprirla. È, questo, un romanzo che, attraverso una scrittura delicata ed accattivante, su delle atmosfere magari po’ sdolcinate, un po’ troppo sentimentali, un po’ vecchio stile, rende semplicemente felici ed offre molti spunti di riflessione non soltanto sull’amore, ma anche sul destino e sugli inaspettati risvolti che rendono la vita magicamente imprevedibile.

AUTORE: Nicolas Barreau

 

TITOLO: Una sera a Parigi

 

EDITORE: Feltrinelli

 

ANNO: 2013

 

PAGINE: 251

 

PREZZO: 15.00 €

 

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com