La povertà è alla porta accanto, Rocca si appella ai cittadini: “Donate ai vostri compaesani”

povertadi Rachele Peluso

ROCCARAINOLA- La povertà è anche sotto casa. La crisi può bussare alla porta di fronte. Il disagio può appartenere al nostro vicino. Non bisogna andare lontano con la mente per riconoscere le ordinarie storie della crisi e della nuova povertà. Basta lanciare uno sguardo al di là del proprio orticello, guardare chi ci passa affianco, chi vive a pochi passi da noi. Ed anche per compiere un gesto di solidarietà, non serve solo digitare sulla tastiera di un telefonino ed inviare un simbolico obolo dall’altra parte del mondo. Anche questo serve, la solidarietà non ha confine. Ma serve pure indirizzare la nostra solidarietà verso mete più vicine, vicinissime. Dietro l’angolo.

Per questo motivo, rispondendo all’appello alla carità lanciato dal vescovo di Nola Beniamino Depalma, il Comune di Roccarainola attraverso il delegato alle Politiche sociali Giuseppe Ottaviano ed al sindaco Raffaele De Simone, ha lanciato l’iniziativa “Invito alla solidarietà”. L’amministrazione comunale ha chiesto che i cittadini di Rocca diano un contributo per aiutare le famiglie in difficoltà residenti nella cittadina. Da oggi, 16 dicembre, fino al 20 dicembre, chi vorrà potrà recarsi in Municipio negli orari di apertura al pubblico e portare generi alimentari (pasta, pelati, scatolame, formaggi) presso l’Ufficio anagrafe. Il 21 dicembre tutto quanto raccolto sarà distribuito ai nuclei familiari meno abbienti che potranno così trascorrere un Natale avvolto dal calore della solidarietà di un intero paese.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online