martedì, Giugno 18, 2024
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

ARTICOLI CORRELATI

Tonnellate di scarti tessili in strada, fabbrica chiusa a Marigliano e titolari denunciati

carabinieri1MARIGLIANO- Sequestrata  una fabbrica clandestina a Marigliano. L’opificio era gestito da italiani ed è finito nella rete dei controlli dei carabinieri. Il laboratorio e’ stato scoperto a partire dal rinvenimento di scarti di lavorazione abbandonati all’interno di sacchi sulla pubblica via. I carabinieri hanno rinvenuto rifiuti dello stesso genere per quasi 10 tonnellate che verosimilmente sarebbero stati “smaltiti” allo stesso modo. Nel corso di accertamenti avviati immediatamente dopo il rinvenimento di 23 sacchi contenenti scarti di lavorazione tessili abbandonati in strada, i carabinieri di Marigliano hanno individuato il luogo di provenienza dei rifiuti, un laboratorio clandestino gestito da due commercianti italiani un 43enne di Pollena trocchia e un 41enne di Somma vesuviana. I militari hano subito effettuato controlli: il laboratorio era stato realizzato in un scantinato di circa 150 metri quadri e  veniva usato per il taglio di tessuti. Nel corso di sopralluogo sono stati rinvenuti 325 sacchi (del peso di circa 30 kg l’uno) uguali a quelli trovati abbandonati, un macchinario per il taglio di tessuti e vario materiale tessile pronto per la lavorazione. Il locale è stato sottoposto a sequestro così come il macchinario rinvenuto. Le 10 tonnellate  sono state consegnate agli organi preposti per il loro corretto smaltimento.

Print Friendly, PDF & Email

I PIÙ POPOLARI

This site is protected by wp-copyrightpro.com