Scippi, aggressioni e furti, la crisi fa aumentare la criminalità a Napoli e Provincia

NOLA- “Tra gli effetti della crisi economica che ha colpito anche il terziario c’è l’aumento dilagante della criminalità, soprattutto per quanto concerne i reati contro la persona. A Napoli e provincia la microcriminalità la fa ormai da padrona con scippi ed aggressioni, e i furti dal 2010 al 2012 sono aumentati del 12%. Le forze dell’ordine svolgono un ottimo lavoro, nei limiti delle loro possibilità, ma è necessario supportarle e creare le condizioni per farle operare al meglio”. Lo ha detto Pietro Russo, presidente di Confcommercio Imprese per l’Italia della Provincia di Napoli, che rivolge un appello al questore di Napoli e al comandante provinciale dei carabinieri per un maggiore controllo del territorio anche attraverso la presenza di uomini in divisa.

“Innanzitutto è necessaria un’azione di monitoraggio più incisiva nei fine settimana, facendo affidamento anche sulla videosorveglianza. Ma soprattutto – ha concluso Russo – è fondamentale che ci sia una maggiore certezza della pena, affinché chi delinque sappia di non poterlo fare nella totale impunità”.

Adnkronos

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online