Reagisce alla rapina, 27enne di Marigliano ancora in gravi condizioni

Giacomo gentile

Giacomo gentile

MARIGLIANO- Grande apprensione a Marigliano per le condizioni di Giacomo Gentile, il 27enne rimasto gravemente ferito dopo un tentativo di rapina a Napoli. Il giovane è ricoverato presso l’ospedale Loreto Mare del capoluogo partenopeo dove si trova presso il reparto Rianimazione tenuto sotto stretta osservazione per le gravi ferite riportate: un proiettile sparato dai rapinatori gli ha bucato il polmone attraversando fegato e milza, organo che gli è stato in seguito asportato.   Secondo una prima ricostruzione, Gentile era in sella al suo scooter T-Max con la fidanzata per una passeggiata a Napoli insieme ad una coppia di amici, anch’essa in scooter. Arrivati in via Vespucci, quando avevano deciso di tornare a casa, sarebbero stati affiancati dai rapinatori che volevano sottrargli la moto. Il 27enne non ha ceduto alla minaccia e ha continuato la marcia col suo T-Max; i malviventi gli hanno a questo spunto sparato mentre invertiva il senso di marcia per sfuggire ai criminali. Nonostante lo sparo, ha continuato a guidare e poi si è fermato. Intanto i rapinatori era scappati.   Dopo il soccorso, favorito dalla presenza di guardie giurate e un parcheggiatore, che hanno anticipato l’arrivo del 118 (obbligatorio anche quando la vittima si trovi dinanzi un ospedale perché i sanitari non possono uscire), che lo hanno trasportato nel nosocomio in barella, Gentile è stato portato in rianimazione. Non sarebbe in pericolo di vita, ma i medici non sciolgono la prognosi. Sul tragico episodio indaga il Commissariato Vicaria.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online